Il futuro dell'ospedale di Recco - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Il futuro dell’ospedale di Recco

A Recco gira una barzelletta: “Sai perché è arrivata la pista da pattinaggio sul ghiaccio? Perché sperano che i pattinatori si fratturino una gamba in modo da mantenere in vita almeno il reparto d’ortopedia”. Una battutaccia che la dice lunga sulle speranze che l’ospedale sopravviva dopo l’apertura di quello di Rapallo.

Il destino dell’ospedale di Recco sarà tuttavia deciso dalla nuova giunta che si insedierà in Regione. Il futuro sarà legato all’eventuale passaggio o meno di Recco dalla Asl 3 alla Asl 4.  Se Recco sarà ancora inserita nell’Asl 3, il nosocomio non potrà essere soppresso. Sì, invece, se andrà a far parte dell’Asl 4.

Recentemente la Croce Verde di Recco ha ripetutamente dichiarato che è preferibile restare nella Asl 3. Ma non tutti sono d’accordo perchè, a parità di assistenza,  i mezzi di trasporto rendono ad esempio preferibile recarsi all’ospedale di Sestri Levante piuttosto che a quello di Voltri. E prima di assumere una decisione dovrà valutare anche quanti sono i residenti di Recco o Camogli che già oggi preferiscono curarsi a Lavagna o Sestri Levante e più ancora lo saranno quando sarà aperto il nosocomio rapallese.