Limoncini: "Il lungo addio" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Limoncini: “Il lungo addio”

Bisogna attendere la riunione degli iscritti della Lega Nord della Fontanabuona fissata per domani sera a Cicagna per conoscere se Marco Limoncini segretario provinciale del Tigullio “silurato” dai vertici del partito deciderà se rimanere nel movimento dove milita da quindici anni. La decisione dell’abbandono sembra ormai scontata e pare destinata a provocare una serie di conseguenze.

SANTO STEFANO 096Esplicito il segretario territoriale Roberto Bacigalupo: <La Lega Nord sta con Limoncini condivideremo le sue scelte>. Insomma una dichiarazione che lascia presagire ulteriori defezioni. Bacigalupo interviene per “bacchettare” il commissario Giacomo Chiappori, in merito alla gestione del movimento in questa fase di transizione. <Non condividiamo – afferma – le accuse relative ad un’azione di demolizione che, secondo il commissario provinciale, avrebbe attuato Limoncini ai danni del partito>. I fedelissimi dell’ unico sindaco e consigliere provinciale della Lega Nord rincarano la dose: <Appare evidente che la rottura è scaturita dal commissariamento del segretario provinciale, operazione avviata proprio da coloro che dovrebbero essere nominati a breve i nuovi dirigenti del partito e consapevolmente portata a termine dagli emissari mandati in Liguria per portare ordine e pulizia nelle segreterie>. La decisione di commissariare, in modo anomalo, Limoncini a due mesi dalle elezioni regionali, non poteva che scatenare una serie di reazioni, impossibile pensare che nessuno insorgesse. Continua Bacigalupo: <Vox populi dice che la “testa” di Limoncini ha salvato carica – momentaneamente – e candidatura di qualcun altro. Sarà mica vero? Sono queste le persone serie che dovrebbero avviare il cambiamento in Liguria e nel movimento del Tigullio? Autocandidature e spot elettorali anticipati, nonostante i dirigenti di partito nelle riunioni sostengano che queste debbano essere prima avvallate dalle segreterie Nazionale e Federale>. Limoncini negli ultimi anni ha fatto crescere nel Tigullio le percentuali del movimento in maniera esponenziale. Basti pensare alle ultime tornate elettorali provinciali del collegio Fontanabuona (tra il 20 e il 27%) e comunali (editto bulgaro 87%). Domani sera, forse, l’annuncio del divorzio. Alla luce degli ultimi avvenimenti la permanenza del sindaco di Cicagna all’interno del partito sembra sempre meno probabile. L’uscita è destinata ad avere delle ripercussioni anche in consiglio provinciale dove Limoncini dovrà decidere se costituirsi in gruppo autonomo o aderire ad una delle forze politiche già rappresentate nell’assemblea.