“Lodovico Alberti, operista ritrovato” : concerto a 'Santa' - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“Lodovico Alberti, operista ritrovato” : concerto a ‘Santa’

Riceviamo e pubblichiamo

Sabato 30 gennaio alle 16.00 il Salotto Lirico Sammargheritese dell’Associazione “Spazio Aperto di Via dell’Arco” ospiterà un evento particolare, dedicato a un ospite di Santa Margherita tanto illustre quanto dimenticato: il musicista Lodovico Alberti che, pur nato in provincia di Venezia, qui visse gran parte della sua vita e morì nel 1939.

Lodovico Alberti

Lodovico Alberti

Le ricerche effettuate dal maestro Marco Ghiglione hanno permesso di recuperare gran parte del materiale inedito ed i bozzetti originali delle sceneggiature. Dice Marco Ghiglione: «Scorrendo un recente trattato riguardante gli operisti italiani ho appreso con piacevole stupore che l’Alberti è vissuto e morto a “Santa”, a poche centinaia di metri dalla mia abitazione, esattamente nel villino “La Redola” ancora oggi esistente e così denominato». Dopo essersi laureato in giurisprudenza e aver iniziato la sua carriera come vice-segretario di Prefettura a Genova, pur avendo superato il limite d’età venne ammesso al Conservatorio di Milano grazie all’interessamento di Giuseppe Verdi. Nell’istituto meneghino fu allievo di composizione di Michele Saladino e di Amilcare Ponchielli. Nel 1887 divenne collaboratore della Gazzetta Musicale e fu critico musicale anche per altri periodici. Scrisse diversi saggi su operisti italiani e stranieri, il trattato “L’organo e le sue attinenze con la musica sacra” ed elaborò un progetto di riforma dell’istruzione musicale, pubblicato dalla Gazzetta Musicale e ripreso da giornali stranieri.

«Eseguiremo il concerto sugli spartiti manoscritti originali gentilmente concessi dagli eredi, scovati con difficoltà a Genova e Rapallo» prosegue Ghiglione, il quale sottolinea «Alberti era un vero musicista e merita di essere riportato sulle scene: sono sicuro che le musiche che abbiamo scelto per il concerto piaceranno al pubblico, che non si lascerà sfuggire un evento molto importante per la cultura e l’arte della cittadina ligure, oltre che per la bellezza e la raffinatezza delle composizioni dell’Alberti». Protagonisti saranno il soprano bresciano Antea D’Amico ed i genovesi Niccolò Stegani (tenore), Mario Menini (baritono e voce recitante) e Carolina Pivetta (flauto). Come sempre il M° Marco Ghiglione presenterà la serata ed accompagnerà gli artisti al pianoforte. Le musiche sono tratte dalle opere “Violante”, “Lea” e “La Gorgona”. Chiuderà un’aria da camera dedicata da Alberti al soprano Romilda Pantaleoni, la prima Desdemona dell’Otello verdiano. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.gazzettadisanta.eu/articoli/as_091218.html L’ingresso è libero.