L'entroterra rilancia le colture - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

L’entroterra rilancia le colture

Il modo migliore per incentivare le colture e prevenire il dissesto idrogeologico.

VARIE 494Il presidente della Comunità Montana Aveto Graveglia Sturla lancia una iniziativa tesa alla salvaguardia e rilancio del territorio. <L’offerta – spiega il presidente Marco Bertani – riguarda i conduttori e proprietari di terreno nei comuni di Santo Stefano,Rezzoaglio, Borzonasca, Mezzanego e Ne che ne faranno richiesta>. L’ente montano intende concedere un contributo del 50% sulla spesa imponibile per la consegna di barbatelle di vite, piante di olivo e piante da frutto. I termini per presentare le domande presso gli uffici della Comunità scadono il prossimo 12 febbraio. Le richieste riguardano: barbatelle

di vite delle varietà vermentino, bianchetta, ciliegiolo fino ad un massimo di cinquanta barbatelle;

piantine di olivo di prima scelta di due anni d’innesto per le varietà locali lavagnina, razzola, olivastro e di due e tre anni d’innesto per le varietà leccino, frantoio, pendolino fino ad un massimo di venti piante e comunque nel rispetto dei limiti di densità previsti dalla legge regionale; piante da frutto:albicocco, ciliegio melo, pesco, susino, noci, castagno per un minimo di tre e massimo di dieci. <Nonostante i problemi di bilancio – conclude Bertani – anche quest’anno siamo riusciti a reperire le risorse finanziarie necessarie>. Soprattutto le piante di olivo sono molte diffuse nel territorio del comune di Mezzanego dove da oltre un anno è entrato un funzione un moderno frantoio gestito dalla cooperativa al servizio degli agricoltori. Incentivare le colture oltre rappresentare fonte di reddito per i contadini vuol dire preservare l’ambiente. I danni sempre maggiori causati dalle piogge sono in buona parte dovuti all’incuria e all’abbandono dei boschi. Investire nel settore agricolo permette di evitare in futuro la spesa di decine di migliaia di euro per ripristinare frane e smottamenti.