I tesori nascosti dell'entroterra - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

I tesori nascosti dell’entroterra

Nel corso del convegno sul turismo, svoltosi mercoledì scorso a Palazzo Ducale, l’assessore regionale Margherita Bozzano ha ripetutamente sottolineato la promozione di un turismo che coniughi ed integri costa ed entroterra.Tale turismo – va però aggiunto – resterà un’utopia fino a che non esisteranno collegamenti rapidi tra Riviera e vallate.

A prescindere dalla viabilità, il nostro entroterra offre molte attrattive e caratteristiche. Una di queste è la mineralogia, patrimonio praticamente sconosciuto con la sola eccezione legata alla miniera di Gambatesa e al suo trenino. Guardiamo di tracciare una mappa della presenza di minerali nel nostro territorio.

Borzonasca. Monte Aiona: adularia, albite, epidoto, granato, nefrite, prehnite, pumpellyte, quarzo. Monte Bregaceto: anatasio, brookite, pirite, quarzo. Monte Ramaceto: brookite. Ripa di Fugaia nella vecchia miniera di rame: blenda, calcopirite, covellina, mackinawite, pirrotina, pirite, quarzo. Rocca marsa: pirite, limonite.  

Favale. Passo della Scoglina: brookite, calcopirite, clorite, pirite, quarzo.

Mezzanego. Passo del Bocco: anatasio, brookite, pirite, quarzo. Cascine (ex miniera di rame): calcopirite, pirite, sali di rame. Monte Rocchetta: albite, amianto,antigorite, cabasite, caolino, diopside, granato, magnetite, picotite,  pirofillite.

Neirone: brookite, pirite, quarzo.

Orero. Crocetta: marcasite.

Rezzoaglio. Alpepiana (strada per Lovari): quarzo a tramoggia e quarzo enidro. Villanoce (località San Rocco): quarzo a tramoggia.

Santo Stefano d’Aveto. Rocca marsa: prehnite, epidoto. Groppo rosso: prehinite, epidoto, granato, quarzo. Cava di Vage: calcite, quarzo a tramoggia. Monte di mezzo: quarzo. Lago delle Lame: aduklaria, albite, anatasio.