Capurro: "A rischio la mostra dei Cartoonst" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Capurro: “A rischio la mostra dei Cartoonst”

Interrogazione di Armando Ezio Capurro al sindaco di Rapallo Mentore Campodonico

Molti si domanderanno il collegamento tra tutte le cose di cui all’oggetto, ma vi assicuro che c’è ed è molto profondo!!!

 Sui quotidiani del 17 gennaio 2010 appare la triste notizia che l’amministrazione Campodonico-Bagnasco( figlio)-Macchiavello-Di Antonio-Maini-Tosi ( tutti nomi che provengono dalla giunta Bagnasco) non è stata neppure capace nel 2009 di erogare, come dice Carlo Chendi, ideatore e creatore della mostra che da ben 37 anni si tiene a Rapallo, il contributo spese alla mostra dei “Cartoonist”.

Carlo Chendi, celebre autore di centinaia di storie e fumetti per la Walt Disney e che, come scrive il quotidiano, è “ il rapallese vivente più famoso al mondo” ha “ pensato anche di chiamare

Striscia la notizia”per quanto sta accadendo” e dice che “ Se continueremo a non avere risposte dal comune di Rapallo, vedremo di prendere in considerazione l’interessamento già mostrato dal comune di Genova per la mostra che verrebbe collocata al Museo Luzzati”

( Rapallo corre il rischio, dopo essere andata sulle televisioni nazionali per il crollo del soffitto della scuola Rainusso, gioiellino che è costato 1.500.000 euro ai rapallesi e che Bagnasco lo aveva definito vicino alla perfezione!!, di andare anche a “Striscia la notizia” per la mostra dei Cartoonist, bella pubblicità!!!)

 

Purtroppo, il fallimento della amministrazione di centro-destra rapallese, che alle regionali promuove, secondo le numerose correnti interne,Bagnasco, Macchiavello, Rocca, Gadolla, Baroni, Giudice,Rosso, Cattozzo e chi più ne ha, più ne metta, non è messo in risalto soltanto dalla mancata erogazione nel 2009 del contributo ai Cartoonist, ma anche dalla mancata erogazione del contributo agli affitti degli indigenti!!

 

Però, a fronte di queste pesanti manchevolezze, Campodonico e soci hanno speso:

-25.000 euro per il portavoce “ Amedeo Solimano”, senza il quale il sindaco non muove foglia e per il quale è stato già rinnovato l’incarico anche per il 2010, prot. 2050 del 14.1.2010

-82.000 euro per la mostra Luce e Materia, sponsorizzata dalla componente a cui fa riferimento Spelta,

-36.600 euro per la manifestazione “ Isola dei famosi” a cui ha partecipato solo l’assessore Arena

( sostenitore di Bagnasco alle regionali, dopo avergli fatto la guerra per 20 anni) che, dopo aver sperperato i soldi del comune per l’Isola dei famosi, alla quale sono stati versati regolarmente i soldi, come vengono versati mensilmente e senza ritardi al portavoce, ha il coraggio di dire che il contributo verrà versato entro Pasqua 2010!!!

Dovrebbe ricordarsi Arena che, quando ero sindaco , io e la giunta abbiamo dato personalmente un contributo alla mostra per renderla migliore, mentre adesso si paga regolarmente il “Portavoce”, “l’Isola dei famosi” ( che a Sestri Levante è stata effettuata a zero costi per il comune e per questo motivo ho fatto segnalazione alla Procura della Corte dei Conti), “Luce e Materia” e non si paga la mostra dei Cartoonist!!

 Questo è il modo di amministrare di Campodonico, Bagnasco, Macchiavello!!!!

 Farebbero bene Biasotti e i suoi seguaci che hanno fatto alcuni mesi fa degli incontri per parlare degli sprechi della giunta Burlando a fermarsi a Rapallo e chiedere conto degli sprechi di questa amministrazione.

Farebbe bene Bagnasco, che parla di “sgovernatore” a proposito di Burlando, a ricordarsi che nei suoi 9 anni di amministrazione non ha fatto neppure il Piano Urbanistico, ( peraltro è in buona compagnia con Campodonico che in 3 anni non è riuscito neppure a convertire in definitivo quello preliminare fatto da me in 12 mesi), che in 9 anni non è risuscito neppure ad attuare la Disciplina paesaggistica di livello puntuale, la cui mancanza aveva paralizzato l’attività edilizia,e che io ho fatto in pochi mesi,e che durante la sua amministrazione, egli e il suo assessore Mustorgi, avevano previsto nel bilancio 2004 di vendere Villa Riva.

Ma, soprattutto, a proposito di sprechi dovrebbero ricordarsi Biasotti e i suoi candidati Bagnasco e Macchiavello, espressione della amministrazione Bagnasco che tramanda i difetti amplificandoli a quella Campodonico, che

– Rapallo continua a pagare l’affitto di più di 120.000 euro all’anno per l’ex Cinema Italia, locale che è abitato solo dai topi ,visto che è stata sciolta da 3 anni la società che stava costruendo il “ Centro Congressi”,

– Rapallo ha una piscina dove l’acqua per riempirla proviene dal soffitto, visti i buchi che costringono gli spettatori a vedere le partite con l’ombrello, a causa della cancellazione del “Project Fiancing” che a costo zero avrebbe già realizzato la nuova piscina,

– a Rapallo, a differenza di Recco, S. Margherita, Lavagna ecc.ecc., non è stata fatta neppure la gara per la gestione dei rifiuti e che si continua a prorogare illegittimamente da ben 4 anni una gara per la quale è stata avviata una procedura di infrazione europea.

 Visto quanto sopra, nel ricordare a Campodonico e a Bagnasco ( padre e figlio) tutti i danni che hanno fatto alla città,

                                                                      Chiedo

 I motivi per i quali non è stato versato e neppure previsto nel 2009 il contributo alla mostra dei Cartoonist, visto che si tiene da 37 anni

 I motivi per i quali si continua a parlare di tagli, quando l’assestamento di bilancio approvato il 30 novembre ha aumentato le entrate e le uscite correnti di circa 8 milioni di euro rispetto al 2006, anno in cui la mia amministrazione ha pagato regolarmente il contributo

 Dove stanno buttando e sperperando i soldi dei cittadini

 Armando Ezio Capurro