Fontanabuona: stasera la premiazione - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Fontanabuona: stasera la premiazione

avegno 103Ancora una volta la Fontanabuona è stata protagonista di una serie di belle iniziative svoltesi durante il periodo natalizio. Con gennaio arriva il momento di tirare le somme. Sabato scorso a Cicagna il primo appuntamento con la premiazione del concorso letterine a Gesù Bambino. Sabato prossimo invece doppio appuntamento: nel pomeriggio a Tribogna cerimonia conclusiva di “Accendi la tua frazione” la manifestazione voluta dal sindaco Corrado Bacigalupo ed in serata l’epilogo del concorso Presepi in Fontanabuona presso il cinema teatro di Monleone. Martedì pomeriggio la giuria riunita a Uscio ha decretato i vincitori ma, come tradizione insegna, bisognerà attendere la serata di sabato per conoscere i primi classificati.

avegno 077Ancora una volta riscontrato il pregevole lavoro svolto dai presepisti, in alcuni casi, hanno allestito delle autentiche opere d’arte. Un mondo variegato che vede all’opera collaudati staff con tanto di ingegneri ed architetti, contrapposti a persone pronte, in perfetta solitudine, ha svolgere al meglio il difficile compito. Ogni anno infatti bisogna realizzare un’opera differente da quella eseguita la volta precedente. Elemento che non conosce variabili mettere al centro del proprio lavoro il magico momento della Natività. La visita ai presepi sono inoltre una bella occasione per scoprire chiese dove all’ interno sono racchiuse autentiche opere d’arte. Dalla piazza di Serra sulle alture di Cicagna si può scorgere buona parte della vallata. Lontano dai rumori la visita al presepe rievoca non solo la Natività ma la vita di un popolo.

avegno 086Serra e Pianderatti nel comune di Tribogna quale filo conduttore hanno scelto il tema dell’emigrazione. Fenomeno che agli inizi del secolo scorso ha contribuito in parte a spopolare la Fontanabuona. Le vecchie valigie ricolme di indumenti chiuse con lo spago non erano una visione da film ma rappresentavano la dura realtà che ha coinvolto tante famiglie. Giulio Cesare per i valligiani oltre essere il grande condottiero romano era soprattutto il nome del piroscafo della speranza: Buenos Aires e New York le mete più ambite. Ecco le manifestazioni fontanine sono soprattutto questo un viaggio nei ricordi dove la fede aiutava a sperare e compiere enormi sacrifici. Unanime il verdetto dei giurati nel riscontrare un calo di visitatori rispetto alle edizioni precedenti. L’ulteriore segno della società di un Paese poco incline a riflettere sul passato, ma sempre teso alla ricerca di un futuro sempre più indecifrabile che non lascia spazio ai ricordi