Rapallo: Capurro attacca Castagneto - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Rapallo: Capurro attacca Castagneto

Dal consigliere comunale di Rapallo Armando Ezio Capurro, riceviamo e pubblichiamo:

“Mi dispiace veramente che il dott. Castagneto, persona che io stimo , si stato costretto a rimangiarsi tutto quello che mi ha detto il giorno lunedì’ 4 gennaio 2010 alle ore 11.30 di fronte alla dirigente Musante e alle funzionarie Corea e Gallino.

Ebbene, alla mia domanda precisa se avevano fatto la determina per i 95.000 euro per contributi affitti, mi è stato risposto che era stata fatta in data 18 dicembre 2009, ma non era stata resa esecutiva dai servizi finanziari e che, quindi, era nulla!!!!

Del resto, io ho rammentato loro che i servizi finanziari hanno 10 giorni di tempo per renderla esecutiva e, se non lo avevano fatto, non lo avrebbero più fatto perché l’esercizio 2009 era chiuso e la mancata esecutività dipendeva certamente dal fatto che NON C’ERANO I SOLDI DISPONIBILI, come io avevo previsto e scritto decine di volte dopo l’assestamento del bilancio avvenuto il 30 novembre 2009.

Devono sapere i cittadini che Campodonico, Mustorgi e, purtroppo, Castagneto hanno messo all’ultimo posto delle priorità il contributo affitti e a dicembre hanno prelevato 40.000 euro dal fondo di riserva per pagare le manifestazioni natalizie, senza preoccuparsi di chi non ha i soldi per pagare l’affitto: questo è il sociale di Campodonico e Castagneto.

Devono sapere i cittadini che alla dottoressa Musante, dirigente, e all’assessore Castagneto è stato detto e imposto di aspettare la vendite delle cappelle funebri prima di erogare i contributi agli affitti:

poiché la gara è andata deserta, i contributi non si erogano per il 2009!!!!!!,MENTRE, INVECE, SI EROGANO 25.000 EURO AL PORTAVOCE, 36.000 EURO ALL’ISOLA DEI FAMOSI, 82.000 EURO ALLA MOSTRA LUCE E MATERIA, e così via…

Quindi il sociale può aspettare!!!!!

Ma c’è di più!!

Il giorno 4 gennaio l’assessore Castagneto era dispiaciuto come me del fatto che non fossero stati erogati i contributi e si lamentava dell’ordine delle priorità dei bisogni della giunta di cui egli fa parte.

Il giorno 5 gennaio, dopo che i termini 2009 erano scaduti e il “ ricco” comune di Rapallo, che può permettersi di spendere 25.000 euro per il portavoce del Sindaco e, ad esempio, 152.000 euro per il direttore generale, non aveva trovato i soldi nel bilancio 2009, la ragioneria ha restituito la determina del 18 dicembre senza averla evasa sui fondi del 2009 ( ciò significa che nel 2009 non c’erano i soldi per gli affitti!!!!!!!, ciò significa che nel 2009 si sono trovati i soldi per pagare il portavoce e l’isola dei famosi, ma non si sono trovati 95.000 euro per i contributi affitti) e Castagneto ha dichiarato che:

Il ritardo è stato dovuto a un banale problema tecnico-contabile che, peraltro, è stato risolto….e con la determina 2/1 del 5 gennaio gli uffici finanziari hanno concretizzato gli indirizzi della giunta e quindi è stata formalmente impegnata la somma di 95.000 euro”

e poiché Castagneto sa benissimo che sta raccontando delle frottole, in quanto non c’è stato alcun banale problema tecnico, ma c’è stato soltanto il fatto che non c’erano più soldi nel 2009 da destinare agli affitti, come abbiamo discusso insieme nell’ufficio del dirigente Musante, tanto è vero che è stata restituita impagata la determina del 18 dicembre con la quale la dottoressa Musante aveva chiesto di pagare i contributi,

e poiché Castagneto sa benissimo che la determina del 5 gennaio 2010 ha prelevato i fondi dal bilancio 2010, cioè, per esprimere chiaramente il concetto per i cittadini, hanno saltato il 2009 e hanno preso i soldi dal 2010: quindi i cittadini avranno un contributo annuale in meno

chiedo

ll’assessore Castagneto, se ha il coraggio di farlo, di incontrarsi con me alla presenza dei giornalisti, del dirigente Salvadori, del dirigente Musante e, se vuole, anche dell’assessore al bilancio per spiegare che cos’è stato il “ fantomatico” banale problema tecnico contabile e per firmare un documento nel quale, senza fare il gioco delle 3 tavolette, si impegna a dimettersi da assessore se nel bilancio preventivo 2010 non si apposterà la cifra di euro 190.000 ( 95.000 per due) necessaria a supplire al buco del 2009, cioè debbono prevedere nel bilancio 2010 i soldi per 2 anni, perché in caso contrario i cittadini perderebbero il contributo per un anno.

 P.S. Caro Castagneto, dovrai anche dirmi che cosa ti ha costretto a fare una così brutta figura.

Come fai a parlare di banale problema tecnico, quando di fronte alla Musante ti lamentavi del comportamento della giunta che ha subordinato l’erogazione del contributo all’incasso molto aleatorio dei cimiteri??? Del resto, dovresti ricordarti che durante il consiglio del 30 novembre contestavo la giunta, i revisori e il dirigente servizi finanziari che avevano dato parere favorevole alla contabilizzazione di entrate prive di attendibilità e che non rispettavano i principi del bilancio,

cosa per la quale farò lettera a parte per chiedere spiegazioni alla luce delle mancate.

Con immutata stima per l’assessore Castagneto e con rinnovato e confermato dissenso alla incresciosa amministrazione Campodonico, aspetto una convocazione da Castagneto e mi aspetto che i giornalisti vogliano dare spazio a questa mia e seguire da vicino la convocazione dell’incontro.