"I Concerti di Villa Durazzo": flauto, pianoforte - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“I Concerti di Villa Durazzo”: flauto, pianoforte

Domenica 10 gennaio, alle 16.00, penultimo concerto della seconda edizione della rassegna musicale organizzata da A.mu.s.a. (Associazione Musicale S. Ambrogio) presso Villa Durazzo di Santa Margherita Ligure. Ad esibirsi saranno Paolo Zampini (flauto) e Primo Oliva (pianoforte) che presenteranno un programma  dal titolo “Dalla Musica da Film al Classico Jazz” suonando musiche di Morricone (La leggenda del pianista…, C’era na volta il west), Mancini (Two for the road, Breakfast at Tiffany’s, Pie in the face polka, Medley, Speedy Gonzalez), Gade (Tango Fantasia), Monti (Czarda), Bolling (dalla Jazz Suite N°1 Sentimentale, Veloce, dalla Jazz Suite N°2 Espiègle).

Primo Oliva, Paolo Zampini

Primo Oliva, Paolo Zampini

Paolo Zampini ha studiato con M. Gordigiani e S. Gazzelloni; da oltre 30 anni svolge attività concertistica sia come solista sia come componente di importanti Orchestre ed Ensemble: Sinfonica della RAI di Roma, Roma Sinfonietta, Orchestra dell’Amit, Solisti dell’Accademia Filarmonica Romana, Orchestra Nazionale di Santa Cecilia. Ha registrato, in qualità di solista, centinaia di colonne sonore per il cinema, collaborando poi con il M° Nicola Piovani per i lavori teatrali; con il M° Franco Piersanti per i concerti dedicati a Nino Rota; con il M° L. Bacalov per i concerti con musiche tratte da film. Interprete tra i preferiti dal M° Ennio Morricone, da molti anni ne esegue le musiche da film e da camera. Ha effettuato concerti in Francia, Belgio, Inghilterra, Germania, Norvegia, Rep. Ceca, Polonia, Israele, USA,, Spagna, Giappone, Corea, Siria, Portogallo, Russia. Ha registrato per Rai, Mediaset e Tele Montecarlo. È docente di Flauto al Conservatorio di Firenze.

Primo Oliva si è diplomato a Firenze sotto la guida dei maestri Scarpini e Rosati. Ha intrapreso la carriera concertistica sia come solista sia come collaboratore di gruppi cameristici (Quartetto Italiano di Sax, Quartetto Italiano di Clarinetti “C.M. Weber”) e di attori di teatro quali Arnoldo Foa e Nando Gazzolo. Ha tenuto concerti in Europa e negli Stati Uniti, esibendosi tra l’altro nella prestigiosa Carnegie Hall di New York, ed al Kingsbourough Community College. Attivo come compositore ha riscosso un notevole successo in particolare per le opere “All’alba” (Festival C.I.PA.M, 1987), “L’ invisibile filo dell’aquilone” (Avela Festival, 1989), “Tramonto di un sogno” (Stanze Ulivieri 1990), “Bellissima trama” (Università per stranieri di Perugia 1993)…Ha fatto parte di innumerevoli commissioni di concorsi e nel 1988 è stato nominato membro onorario della New York University per meriti artistici. Ha effettuato registrazioni per RAI e incisioni per R.C.A. e Charleston.È docente di pianoforte al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze.