Portofino non copia il ticket di Capri - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Portofino non copia il ticket di Capri

Capri adotterà quest’anno un ticket già definito “tassa di sbarco” il cui ricavato, spiega il sindaco Ciro Lembo, servirà a pagare le spese per pulire e rimuovere i rifiuti. Ma anche per limitare l’invasione dell’isola. Perché – spiega ancora il sindaco – il turismo di massa ammazza quello di qualità. I ticket, 1 euro o 50 centesimi, verranno pagati dai turisti assieme al biglietto del battello.

Vito Gedda, presidente dell’Area marina protetta di Portofino e del consiglio comunale di Camogli, esclude tuttavia che, sulla scia di Capri, si possa applicare un ticket anche nella baia di San Fruttuoso. “Non è nelle intenzioni né dell’Area marina protetta – spiega Gedda – né nella maggioranza di Camogli”.

Di un ticket per accedere a San Fruttuoso in alta stagione si parla spesso da anni. La prima proposta era stata avanzata da Romano Maggioni (padre di Giuseppe, assessore ed ex sindaco di Camogli), allora assessore provinciale, già negli anni Ottanta. Quanto a Portofino è la stessa tariffa oraria del posteggio, cinque euro, a provacare l’effetto ticket e selezionare i turisti.