Prodotti ittici, raffica di controlli - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Prodotti ittici, raffica di controlli

Dalla Capitaneria di Porto di Genova riceviamo e pubblichiamo:

“Il rispetto delle norme che disciplinano le attività di pesca e la commercializzazione dei prodotti ittici costituisce il principio ispiratore dell’operazione “Giano” condotta dal Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera su tutto il territorio nazionale nel periodo pre natalizio e natalizio. Scopo di tale operazione è stato quello di tutelare il consumatore dalle immancabili frodi perpetrate da taluni pescatori ed esercizi commerciali privi di scrupoli, in un periodo in cui l’auisto di prodotti ittici subisce un forte rialzo incoraggiando comportamenti illeciti finalizzati a massimizzare il guadagno in modo deprecabile e criminale.

 

L’operazione “Giano” è stata condotta sia in mare che in terra. L’impegno delle Capitanerie di Porto della Liguria si è, pertanto, esteso nell’entroterra fino a controllare grossisti, mercati ittici, ristoranti, strade anche di altre regioni quali Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e parte occidentale dell’Emilia Romagna.

In tale attività le Capitanerie di Porto liguri hanno complessivamente impiegato 260 uomini, 26 unità navali e 62 mezzi terrestri effettuando dal 10 dicembre al 23 dicembre 691 controlli sia sui pescherecci in mare che in ogni altra realtà coinvolta nella distribuzione e nella commercializzazione del pescato. L’esito dei controlli svolti consiste in 24 verbali amministrativi e 10 procedimenti penali per un ammontare complessivo di circa 47.000 euro di sanzioni e 7 sequestri di prodotti ittici illecitamente pescati e/o posti in commercio. I controlli effettuati hanno riguardato la pesca in zone proibite o con attrezzi non autorizzati, cattiva conservazione del prodotto, etichettatura irregolare o che non consente la ricostruzione dell’intera filiera, tracciabilità del prodotto, prodotti di qualità inferiore fraudolentemente qualificati come specie più pregiata, prodotti provenienti dall’estero spacciati per nazionali, specie protette e pescato sottomisura.

L’operazione “Giano” rappresenta l’attività conclusiva di un anno assai intenso di controlli in materia di pesca e commercializzazione dei prodotti ittici. Nell’anno che sta per finire le Capitanerie di Porto della Liguria hanno eseguito complessivamente 8900 controlli rilevando 245 violazioni, che comprendono il mancato rispetto delle taglie minime, etichettatura e tracciabilità dei prodotti, frodi nell’esercizio del commercio e mancato rispetto delle norme igienico sanitarie. Il quantitativo totale dei prodotti ittici sequestrati supera i 7800 Kg di cui gran parte è stato devoluto in beneficenza. L’impegno che il Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera profonde per la tutela della salute dei cittadini e delle risorse dei mari italiani verrà ulteriormente incrementato per l’anno 2010, nel rispetto della normativa nazionale e comunitaria e nell’ambito dell’espletamento di tutti i compiti istituzionali riconducibili al generale principio della garanzia del più elevato livello possibile di sicurezza agli utenti del mare e delle sue risorse”.