Moconesi: nel 2010 arriva l'ostello - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Moconesi: nel 2010 arriva l’ostello

L’anno nuovo dovrebbe portare, finalmente, all’apertura dell’ostello della gioventù di Moconesi. Alla fine è toccato ancora una volta alla Provincia di Genova slacciare i cordoni della borsa e spendere 25 mila euro per rendere agibile l’ostello di Ferrada .

IAUGURAZINE OSTELLO DONDERO REPETTOGrazie all’ennesimo finanziamento pubblico sarà possibile eseguire tutte le opere indicate dai vigili del fuoco per concedere la tanto agognata agibilità. Al presidente della Provincia Alessandro Repetto quando sente parlare di ostello si rizzano i capelli, pensa alla malaugurata idea avuta nel maggio del 2007 di tagliare il fatidico nastro. Mai avrebbe pensato che da allora sino ad oggi l’ostello non avrebbe accolto neppure un giovane in quanto le porte sono rimaste drammaticamente chiuse. Oltre due anni a discutere su pavimenti e soffitti contestati dalla commissione di vigilanza ed infine l’ultima difficoltà che riguarda piccoli, ma indispensabili accorgimenti, per ottenere l’agibilità. L’edificio di proprietà dell’Opera Pia De Ferrari era stato completamente ristrutturato sul finire del secolo scorso grazie ai finanziamenti comunitari del progetto Resider che indicavano tal struttura da adibire a museo dell’ardesia. Manco a dirlo l’unica ardesia vista in questi anni nell’immobile sono le tegole poste sul tetto. Infine ulteriori investimenti, soprattutto da parte della Provincia, per trasformare la “cattedrale nel deserto” in ostello.

inauguazione ostello 001 Una ulteriore opportunità per i giovani che vogliono visitare Genova e il Tigullio cercando di limitare i costi e sino ad oggi possono contare soltanto sulla identica struttura presente nel capoluogo. Dopo l’inaugurazione “fantasma” i problemi legati all’agilità, con palazzo Doria Spinola in prima linea nel cercare di risolverli e dare il giusto significato al gesto, sino ad oggi aleatorio, dell’improvvida inaugurazione. <Credo – incalza il sindaco di Moconesi Gabriele Trossarello – che questa volta tutti gli inconvenienti son decisamente superati>.