Crac finanziario a Levanto. - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Crac finanziario a Levanto.

     Un promotore finanziario della “San Paolo- Invest” che operava come “private bunker”, residente in frazione Montale di Levanto, Flavio Schiaffino di 60 anni, fratello dell’ex-sindaco della cittadina, Marcello Schiaffino, attuale capo-gruppo del PD in consiglio comunale, è stato arrestato dai Carabinieri di Levanto, ma gli sono stati concessi gli arresti domiciliari, in esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal g.i.p. del tribunale della Spezia, su richiesta del pubblico ministero. Lo Schiaffino deve rispondere di ben quattro reati : truffa, falsità in scrittura privata e materiale in atto pubblico ed appropriazione indebita. L’imputato che fino allo scorso marzo lavorava per il suddetto istituto finanziario, viene ritenuto responsabile di un crac di oltre un milione di euro realizzato ai danni di centinaia di investitori dell’estremo levante ligure e della media Val di Vara. Infatti è emerso che Schiaffino, solo nella provincia spezzina, abbia amministrato circa 15 milioni di euro per conto di 270 piccoli e grandi risparmiatori. Ad oggi, le denunce presentate sono circa una cinquantina, ma i truffati sarebbero molti di più e non si può escludere che alcuni clienti siano ancora all’oscuro di quanto accaduto. Qualche investitore gli aveva affidato anche cifre da capogiro : tra i 200 e i 250 mila euro.

     Una copia di pensionati spezzini hanno visto sfumare il 90% del loro patrimonio.

 

                                                                                                   Guido Ghersi