Zeffirino: dal Kulm al Sol Levante - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Zeffirino: dal Kulm al Sol Levante

di Consuelo Pallavicini

Marco  Belloni, quarta generazione della famiglia Zeffirino, un nome storico della ristorazione. 

Anche lei ha scelto di lavorare in questo settore. Ha ereditato la passione dalla famiglia?  Sì, il mio bisnonno iniziò nel 1939 insieme a mio nonno Zeffirino e da allora abbiamo portato avanti un modo di fare ristorazione improntato sulla qualità, mantenendo così la tradizione di famiglia. E’ una soddisfazione aver servito persone importanti come Papa Woitila, Papa Ratzinger, Michail Gorbaciov e personaggi dello spettacolo del calibro di Frank Sinatra, Liza Minnelli, Roger Moore. Nel 2000 noi Belloni più giovani, iniziando al Portofino Kulm, abbiamo  dato vita ad una nuova linea: la Belloni&Belloni (B&B) che è rivolta ai giovani, che vuole toccare una fascia maggiormente legata al divertimento. Da allora abbiamo aperto diversi locali.

Marco Belloni

Marco Belloni

Quindi tradizione ed innovazione insieme.  Esatto. Ci occupiamo di entrambe le linee: quella dei locali storici a marchio Zeffirino come quello di Genova, Las Vegas, Hong Kong, dove abbiamo due ristoranti, Portofino Kulm a Portofino Vetta, dei ristoranti sulle navi di Costa Crociere e del catering all’Abbazia di San Fruttuoso di Capodimonte e quella più innovativa, che segue un concetto nuovo, improntata su una ristorazione più semplice. più aperta ai giovani ma sempre di qualità. La B&B: nel 2003 a Barcellona ha aperto con lo scultore Lorenzo Quinn, figlio del famoso attore Anthony, la Galerìa Gastronomica; con Costa Crociere il locale “C”dream a Genova, considerato uno dei cinque lounge bar più belli al mondo dove vengono organizzati anche eventi culturali e presentazioni di nuovi prodotti; a Carpi il Blue insieme ad Anna Molinari stilista di Blue Marine; siamo anche presenti al Palacrociere di Savona. L’ultima “creatura” è il Sol Levante di Cavi di Lavagna.

Non sarà facile trovare personale qualificato. In effetti non è semplice trovare veri professionisti. La nostra fortuna è essere una famiglia numerosa nella quale parecchi hanno deciso di dedicarsi a questa attività. Poi abbiamo molti giovani che lavorano per noi da diversi anni seguendo la nostra filosofia.

Marco Belloni con Papa Ratzinger durante la visita a Genova

Marco Belloni con Papa Ratzinger durante la visita a Genova

Come sta andando la stagione? C’è stato un pò di calo nel lavoro, certamente dovuto alla crisi. Ma è importante che gli imprenditori continuino ad investire. Penso che in Liguria, soprattutto nella riviera di Levante, bisognerebbe cambiare ottica e dare più servizi ai clienti. Io ho un’ampia esperienza che va dall’hotel al ristorante,  dal lounge bar alla discoteca: a mio parere occorre offrire di più ai giovani, che escono, si muovono, portano gente e creano anche un indotto. Occorre osare un pò. Per esempio, a Lavagna per la Torta dei Fieschi abbiamo organizzato una discoteca all’aperto. E’ stato bellissimo vedere  12.000 persone ballare e divertirsi!

Come vede la riapertura del Covo a Santa Margherita? Ne sono lieto, perchè così c’è più scelta. Occorrono stimoli a fare sempre meglio, non appartengo alla schiera di quelli che vedono negativamente le iniziative di altri.  

Progetti per il futuro.  A novembre andrò a Londra per rappresentare la cucina italiana presso l’Harry’s Bar che lancia un menu italiano in tutti i locali che ha nel mondo, poi ad Hong Kong dove apriremo un nuovo locale. E poi c’è un’operazione molto interessante che stiamo mettendo a punto col Gruppo Ligresti. Nel 2010 verrà aperto un porto a Loano, bellissimo, secondo un concetto innovativo: chi ormeggerà si troverà in un villaggio dove troverà tutti i tipi di servizi. Apprezzo molto questa iniziativa, soprattutto in un momento così difficile.