Sub morto, è stata un'elica - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sub morto, è stata un’elica

L’autopsia effettuata dal perito settore Marco Salvi sulla salma di Stefano Ferri, il sub di 38 anni morto martedì pomeriggio nelle acqua di Mulinetti, conferma che la morte, istantanea, è stata provocata dall’elica di un’imbarcazione. Trovano così conferma i dubbi avanzati dagli inquirenti subito dopo il ritrovamento del cadavere.

Si spera che l’esame autoptico possa nei prossimi giorni evidenziare frammenti dell’elica, in modo da poter risalire al suo “dna” e, quindi, all’imbarcazione “pirata”. L’inchiesta condotta dal sostituto procuratore Giovanni Arena prosegue anche sul piano investigativo. Due diportisti si sono presentati all’autorità dichiarando di avere sentito colpi anomali durante la navigazione in zona, ma i controlli li hanno scagionati.

La guardia costiera deve inoltre appurare se la presenza di Ferri fosse segnalata o meno con l’apposito prescritto pallone del quale non è stata trovata fino ad oggi traccia.

Unità della guardia costiera nel pomeriggio perlustrano la zona dove è avvenuta la disgrazia, effettuando controlli sulle piccole imbarcazione a motore.