Sub morto a Recco, ferita sospetta - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sub morto a Recco, ferita sospetta

E’ stata recuperata nel primo pomeriggio dai sommozzatori dei vigili del fuoco di Genova, la salma del sub morto durante un’immersione in apnea nel mare di Mulinetti.

L’allarme era scattato nella serata di martedì 11 e stamane erano iniziate le ricerche. Il sub, un idraulico genovese, Stefano Ferri di 38 anni, abitante nel quartiere di Albaro, si era immerso nel pomeriggio. I familiari, allarmati per il mancato rientro a casa, avevano sporto denuncia ai carabinieri di San Martino ed erano così iniziate le ricerche.

  Era stata rintracciata l’auto dell’uomo, regolarmente parcheggiata e, sulla scogliera di Mulinetti, rinvenuti gli effetti personali; ma la sopraggiunta oscurità aveva impedito di proseguire le ricerche riprese stamattina ad opera di motovedette e di un elicottero della guardia costiera che hanno perlustrato la zona tra Mulinetti e Punta Chiappa, dove la corrente avrebbe potuto trasportare la salma.

 Per il ritrovamento, in zona, è stato fondamentale l’intervento dei sommozzatori dei vigili del fuoco. La salma è stata trrasferita a Camogli e da qui all’ospedale di San Martino dove verrà eseguita l’autopsia per conoscere le cause del decesso. Anche perché, una ferita alla testa potrebbe far pensare che Ferri sia stato colpito dall’elica di una barca “pirata”. Ma è solo un’ipotesi che vaglierà la magistratura.