Chi è l'onorevole Gabriella Mondello - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Chi è l’onorevole Gabriella Mondello

di Marco Massa

L’onorevole Gabriella Mondello ha fatto notizia con il suo passaggio dal Pdl di Berlusconi all’Udc di Casini. Sindaco di Lavagna dal 1980 al 2004, è parlamentare dal 2001. Ma chi è nella vita privata?

Il padre era un militare di carriera e, giunto in servizio a Bedonia, si innamorò di un ragazza che sposò. Dal matrimonio è nata Gabriella. La ragazzina è molto intellegente e preparata; gli insegnanti raccomandano ai genitori di farle proseguire gli studi. Cosa facile solo a dirsi nella Bedonia del dopoguerra.

 Così Mondello si trasferisce in un collegio di Parma dove completa gli studi ottenendo la maturità a pieni voti. Se si appassiona allo studio, sopporta disciplinata ma senza entusiasmo la vita cadenzata e le regole del collegio. ora occorre frequentare l’Università e la famiglia decide di lasciare Bedonia per Genova dove la ragazza potrà laurearsi. Ma non è facile acquistare un’abitazione adeguata; così i Mondello pensano di trasferirsi a Chiavari, ripiegando poi su Lavagna.

 La futura onorevole si laurea in lettere con 110 e lode e terminerà la carriera di insegnante al Liceo Delpino di Chiavari. Nel frattempo partecipa con successo (sei puntate e due semifinali) alla trasmissione televisiva “Rischiatutto” condotta da Mike Bongiorno. Un momento di notorietà nazionale.

E inizia il rapporto con la politica e, nel 1972,  l’iscrizione alla Dc. Dapprima la gavetta con migliaia di lettere scritte a mano (“Avevo i calli nelle dita”) ai possibili elettori. Consigliere e poi assessore a Lavagna dal 1975 fino all’elezione a sindaco. Membro del consiglio nazionale Dc dal 1986 al 1989. Il contatto continuo con i lavagnesi e l’impegno profuso le permettono di restare in carica per oltre vent’anni.

Con l’iscrizione a Forza Italia, arriva l’apprezzamento dei quadri del partito; anche se Berlusconi non ha mai accettato l’invito a visitare Lavagna.  Tutto ok fino all’arrivo di Michele Scandroglio e alla legge che, in pratica come avveniva per i senatori del regno durante il fascismo, fa sì che i parlamentari non siano più eletti, ma nominati dalle segreterie dei partiti.

Che si può dire ancora di Gabriella Mondello? Beh che non si è mai fatta di cocaina, non è alcolista, non è violenta, non ha mai subito condanne né conosciuto le patrie galere. Non ha figli illegittimi (solo una splendida figlia) né bisogno di scudieri da stipendiare perché le tengano bordone.