Fellini, zero in grammatica - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Fellini, zero in grammatica

di Marco Zanello

Portofino ospita nelle sale di Castello Brown (6 euro di ingresso) una mostra dedicata a Federico Fellini. Si tratta di disegni e schizzi che il regista romagnolo tracciava, asserendo che erano la traduzione di suoi sogni. Autore di capolavori della cinematografia, Fellini merita però uno zero in grammatica. In un fumetto esposto,è scritto, infatti, “un’ altro pastrocchio“, apostrofando l’articolo un maschile, errore gravissimo.

portofino 002

Oggi molte cose cambiano nella lingua italiana (in continuo movimento). Ad esempio per dire maggiore o più anziano o meno giovane si usa ormai quasi comunemente più grande, che si dovrebbe riferire invece alla sola fisicità (ad esempio l’altezza). Sempre più spesso (ma sempre da parte di persone incolte) si usa anche il pronome gli al maschile e femminile (Gli  ho detto riferendosi a un uomo. Le  ho detto ad una donna).

Allo stesso modo oggi si legge speeso un, apostrofato non solo, correttamente, per il femminile, ma anche in maniera errata per il maschile (un’oca, un asino). Ma questo errore, sempre grave,  per Fellini non trova alcuna giustificazione.