I nodi del Tigullio: viabilità ed aree industriali - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

I nodi del Tigullio: viabilità ed aree industriali

burlando 084Nonostante i dati forniti da Armando Firpo (Cgil), Tiziano Roncone (Cisl) e Mauro Rinotti (Uil) sulla crisi nel Tigullio che vede coinvolte ben 29 aziende e 570 lavoratori, confindustria e sindacati ci credono: “Guardare in prospettiva e cominciare a costruire lo sviluppo”. Questo il dato principale emerso nella riunione di ieri svoltasi presso la sede di confindustria alla presenza di numerosi amministratori locali. Quattro sono i punti salienti per rilanciare l’economia di costa ed entroterra: colmata nel porto di Lavagna, area industriale in località Seriallo al confine tra i comuni di Leivi e San Colombano, prolungamento di viale Kasman sino a Carasco e tunnel Rapallo-Fontanabuona. Argomenti da tempo in discussione sui quali esiste un’ampia convergenza tra comuni, enti locali, confindustria e sindacati.

burlando 081

Se la colmata nel porto di Lavagna risulta decisiva per le attività inerenti alla nautica l’entroterra deve risolvere gli inconvenienti infrastrutturali legati alla viabilità. Solo il tunnel ed il riassetto viario lungo il fiume Entella possono garantire quello sviluppo che tutti auspicano. Il presidente della Provincia di Genova Alessandro Repetto ricorda il momento di grave crisi e le risorse investite recentemente da Stato e Regione, ben 72 milioni di euro: <Finanziamenti un buona parte da investire nel processo di formazione>. Saranno realizzati in tutta la Provincia tre ambiti di intervento ed uno di questi riguarda il Tigullio. Repetto invita ad una profonda riflessione per quanto riguarda la caserma della Scuola di Telecomunicazioni di Caperana: <In accordo con il ministero della Difesa – spiega – bisogna cercare di ottenere la disponibilità di parte dell’area e nel contempo creare un centro di formazione ad alta specializzazione a livello europeo>. Risolvere il problema della caserma vuol dire ridurre notevolmente i costi ed il relativo impatto ambientale per quando riguarda l’assetto viario sulla sponda destra dell’Entella. Sul prolungamento di viale Kasman, anche se i comuni di Chiavari e Carasco non hanno ancora formalizzato l’impegno con una delibera di giunta, tutti condividono. I tecnici sono al lavoro per predisporre lo studio di fattibilità che dovrebbe essere pronto entro la fine dell’anno. Per quanto riguarda la nuova area industriale di Seriallo attesa per domani, da parte della Regione, la modifica al piano paesistico al fine di recepire le varianti apportate dalla Provincia al piano di bacino che permette di realizzare attività produttive consistenti e contestualmente la messa in sicurezza del torrente Lavagna. Il governatore Claudio Burlando giudica positivo che in un momento difficile come l’attuale ci siano imprese pronte ad investire sul territorio, ricorda inoltre la prossima approvazione della legge sull’ardesia. Il presidente di Confindustria Tigullio Franca Garbarino da burlando 082appuntamento al prossimo inverno per verificare i reali passi avanti conseguiti