Porticcioli sommersi da nuove tasse e ici - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Porticcioli sommersi da nuove tasse e ici

di Marco Massa

camogli 014

E’ allame rosso nel mondo della nautica che potrebbbe subire un durissimo colpo a settembre, mese in cui il Governo intende varare un aumento dei canoni demaniali e l’applicazione dell’Ici anche sui posti barca. Un provvedimento che influirebbe negativamente anche sulla gestione dei porti della riviera di levante.

Un dato preoccupante, non ancora diffuso, è il calo nel consumo dei carburanti, registrato nei porti turistici italiani, Sardegna compresa. Rispetto lo stesso periodo dello scorso anno, dal 15 giugno al 15 luglio, i distributori hanno venduto in media un meno 40% di carburante. I diportisti escono, ma si limitano a compiere brevi navigazioni.

Per quanto riguarda i canoni demaniali, si parla di un aggiornamento delle rendite catastali che porterebbero ad un aumento dei canoni del 600%. Un onere assolutamente insostenibile per i gestori dei porticcioli. Riversarlo sui concessionari degli ormeggi equivarrebbe a determinare la fuga dei diportisti e porre un freno alla stessa attività cantieristica e dell’indotto nautico..

Quanto all’Ici si parla di un incremento del 450% che colpirebbe i propritari in ragione delle dimensioni delle loro imbarcazioni.

Nel corso di due incontri avvenuti al ministero, i rappresentanti dei porticcioli turistici hanno evidenziato come l’aumento di tasse in un settore che dà lavoro a migliaia di tecnici specializzati, rappresentrebbe una iattura per la nautica ed il turismo.