Autostrada: chiude la galleria Galletto - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Autostrada: chiude la galleria Galletto

Rinforzo delle pareti, abbassamento del livello della
carreggiata e realizzazione di un  efficace sistema di drenaggio di
tutte le acque sotterranee. Per tutti questi radicali interventi la
galleria Monte Galletto sull’ autostrada A7 in direzione nord tra
Rivarolo e Bolzaneto, sarà completamente chiusa al transito dal 5 al 18
agosto prossimi, ma già prima – dal 24 luglio al 5 agosto – lo sarà di
notte, dalle 22 alle 6.
Per limitare il più possibile le difficoltà,
istituzioni, enti locali, forze dell’ordine e società Autostrade hanno
costituito una task force, guidata dalla Prefettura, con cinque gruppi
di lavoro.

VARIE 561

 Quello sulla viabilità alternativa è coordinato dalla
Provincia con l’assessore Piero Fossati che dice : <non sarà certamente
facile per il traffico, ma il periodo è quello meno critico possibile
perché coincide con la chiusura estiva delle grandi aziende, i mezzi
pesanti sono molti di meno ed è quello in cui più genovesi sono in
vacanza>. La prima esigenza è l’informazione, a partire da tutta la
rete autostradale nazionale: <Autostrade, prima di aprire il cantiere –
dice l’assessore Fossati – deve effettuare una comunicazione molto
capillare e costante sui suoi tabelloni luminosi, segnalando le
alternative in anticipo e a grande distanza. I flussi di traffico che
arrivano in Liguria da levante e non sono diretti a Genova, nel ponente
o al confine di Stato, ma in Piemonte o Lombardia devono infatti poter
essere smistati sulla A15 La Spezia-Parma e da lì sull’A1, sulla A21 e
altri tronchi. Lo stesso riguarda i flussi autostradali da ponente che
a Voltri dovranno seguire la A26 in direzione nord per poi spostarsi
sulla A7>.

varie 289

 I percorsi alternativi sulla viabilità provinciale, al
momento solo consigliati (ma che potrebbero diventare obbligatori in
caso di pesanti criticità) prevedono per il traffico da levante sulla
A12 verso Genova e diretto alla A7, l’ uscita a Lavagna, seguendo le
provinciali di Cogorno fino al bivio di Carasco e della Fontanabuona
fino alle Ferriere, la statale 45 fino a Laccio e poi la provinciale
della Valle Scrivia con rientro in autostrada a Busalla dal casello A7.
Per raggiungere la stessa autostrada i veicoli in uscita dal casello di
Genova Est potranno seguire la viabilità cittadina sulla sponda
sinistra del Bisagno fino alla galleria della Paglia, proseguire sulla
statale 45 fino a Laccio e poi arrivare a Busalla dalla provinciale
226. <Poi ci sono – dice Piero Fossati – i percorsi alternativi sulla
viabilità urbana genovese elaborati, con una serie di altre importanti
misure, dalla Polizia Municipale, con l’ ottimo e costante coordinamento
del vice comandante Giacomo Tinella: quello da Genova Ovest a Bolzaneto
(per rientrare in A7) passa dall’ elicoidale di Sampierdarena a
lungomare Canepa, fino al ponte Pieragostini per seguire via Perlasca,
la strada di sponda del Polcevera fino a Bolzaneto e arrivare poi al
casello da via Bruzzo. Dal casello dell’ Aeroporto ancora a Bolzaneto
invece il percorso previsto attraversa via Cornigliano, piazza Massena
e poi dal ponte Pieragostini raggiungerà Bolzaneto>.

varie 290

 Durante la
chiusura della galleria di Monte Galletto nei feriali è previsto un
incremento di 4.584 auto e 130 mezzi pesanti al giorno sui percorsi
alternativi della viabilità provinciale, di 2.784 auto e 555 mezzi
pesanti sul tratto (da Voltri) A10-A26 e collegamento a nord con la A7,
di 3.770 auto e 345 mezzi pesanti in ingresso al casello di Bolzaneto,
di 3.518 auto e 103 mezzi pesanti in entrata a quello di Busalla, di
4.901 auto e 139 camion lungo l’ intersezione A7-A12-Genova Ovest e, sui
percorsi urbani di Genova, di 14.259 auto e 747 mezzi pesanti. Con
l’Autorità Portuale (per la quale sta seguendo ogni fase il
responsabile del servizio viabilità Mauro Gattulli) Capitaneria,
Terminal traghetti, enti locali, istituzioni, spedizionieri e categorie
stanno mettendo a punto misure e campagne di comunicazione specifiche
anche per i flussi di veicoli da e per i traghetti (4.000 auto al
giorno, con punte orarie di 700 veicoli tra le 17.30 e le 18.30) e per
il porto, con apertura anche serale e notturna dei varchi doganali
<Abbiamo chiesto – dice ancora l’assessore provinciale alla viabilità –
messaggi plurilingue ad ogni partenza dei traghetti, cartine sui
percorsi alternativi per ogni mezzo che sbarca o s’ imbarca, e stiamo
verificando le modalità per cadenzare l’ uscita dal porto – prima le
auto, poi i mezzi pesanti che comunque, secondo i dati dei sindacati
dell’ autotrasporto, saranno molti di meno rispetto agli altri periodi
dell’ anno, soprattutto dalla seconda settimana d’ agosto>.