Fellini onirico a Portofino - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Fellini onirico a Portofino

di Consuelo Pallavicini

Sono passati molti anni da quando Dean Martin cantava “I found my love in Portofino”, contribuendo così alla popolarità internazionale del luogo, ed il suo fascino e l’essere meta di molti turisti, in gran parte stranieri, non è mutato. Ma certamente oltre alla bellezza della rinomata località occorre offrire occasioni di interesse culturale, e la mostra dal titolo “Federico Fellini tra cinema e sogno”, che dall’11 luglio all’11 ottobre trova sede a Castello Brown, va in questa direzione.

Castello Brown

Castello Brown

Organizzata da Munus, società concessionaria del Comune di Portofino per la gestione dei servizi museali presso il castello, in collaborazione con la Fondazione Federico Fellini di Rimini e con il patrocinio di Provincia di Genova, Comune ed Ente Area Marina Protetta di Portofino, l’esposizione presenta una serie di illustrazioni dell’universo onirico di Fellini, già raccontato nel Libro dei sogni, un diario trentennale nel quale il regista annotava le sue visioni oniriche su invito dello psicoanalista junghiano Ernst Bernhard. Visitando le belle sale di Castello Brown si ammirano inoltre i disegni ispiratori di: “Roma” (1972), “Amarcord” (1973), “Il Casanova” (1976), “La città delle donne” (1980), “E la nave va” (1983), “La voce della luna” (1990), molte locandine dei suoi film ed alcuni oggetti rappresentativi del suo percorso artistico come una delle sedie da regista e la copia della statuina dell’Oscar alla carriera vinto nel 1993, anno in cui morì.                                                                       

"La città delle donne"

"La città delle donne"

La mostra è anche corredata da due video: una sequenza di 81/2 e l’ episodio “Le tentazioni del dottor Antonio” tratto da Boccaccio ’70. L’inaugurazione, alla quale sono stati ufficialmente invitati tutti i portofinesi, è alle 18.00 di oggi, 10 luglio. Orario di apertura: da martedì a giovedì e la domenica 10.00 – 19.00; venerdì e sabato 10.00 – 22.00. Ingresso Euro 6.00 – ridotto Euro 4.00 – gratuito per bambini fino a 6 anni e per i residenti. 

P1020308