L'istituto Negri a favore della ricerca - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

L’istituto Negri a favore della ricerca

Supportare la ricerca farmacologia attraverso borse di studio, divulgare argomenti a carattere medico-scientifico, sensibilizzare le persone sugli stessi temi, attività di raccolta fondi soprattutto nel campo delle neuroscienze e effettuare conferenze scientifiche. E’ quanto si propone la delegazione di Genova e del Tigullio dell’Istituto farmacologico Mario Negri di Milano, prima formazione nata in Italia in campo biomedico, che si è presentata questa mattina presso la sede della Regione Liguria di Piazza De Ferrari. Alla presentazione hanno preso parte Gianluigi Forloni, capo del Dipartimento di neuroscienze dell’istituto Mario Negri, Giovanni Regesta, primario neurologo e direttore del dipartimento di patologia testa e collo dell’azienda ospedaliera universitaria San Martino di Genova, Filippo Gabrielli, direttore dell’unità operativa della clinica psichiatrica dell’ospedale San Martino di Genova e Ana Maria Norero, presidente della delegazione Amici dell’Istituto Mario Negri di Genova e del Tigullio. La delegazione assegnerà ad un ricercatore ligure, selezionato dalla propria direzione scientifica, una borsa di studio pluriennale per lo studio del disturbo bipolare dell’umore e organizzerà nel comprensorio di Genova e del Tigullio attività per la raccolta fondi, tra cui una serata musicale, una sfilata di moda con intermezzi teatrali e un torneo di golf. Inoltre per l’anno 2009-2010 ha sviluppato un proprio programma di attività tra cui un ciclo di conferenze su temi medico-scientifici. Tra gli argomenti individuati: la nostra salute e l’ambiente in cui viviamo, memoria, inconscio e oblio. Il ricordo che ci fa agire (da Proust alle neuroscienze), nuove frontiere della ricerca farmacologia nell’ambito dell’oncologia, le malattie cardio-cerebrovascolari: riconoscerle e prevenirle, cervello e linguaggio. Perché il mondo giapponese non è identico al mondo di un italiano, vivere fino a 120 anni? Invecchiare con successo si può. Sono inoltre previste attività di raccolta fondi, sia per finanziare borse di studio triennali per ricerche nel campo delle neuroscienze, sia per sostenere progetti di ricerca in collaborazione con i differenti dipartimenti dell’Istituto Negri.