Al via i contributi per lo sviluppo rurale - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Al via i contributi per lo sviluppo rurale

SANTO STEFANO 106

Agea (l’Agenzia nazionale per le erogazioni in agricoltura) ha disposto il pagamento delle prime domande relative alle misure di investimento dei Programmi di Sviluppo Rurale in Italia. I pagamenti effettuati a partire da venerdì scorso, riguardano esclusivamente 36 imprese agricole della Liguria. Le prime, e per ora uniche, aziende Italiane a beneficiare di contributi comunitari in Agricoltura per le misure di investimento sono quindi Liguri. Sono stati erogati 27 premi per l’insediamento di giovani agricoltori per un totale di circa 270 mila euro, 8 contributi per lo sviluppo di imprese agricole per circa 280 mila euro, e 1 contributo ad impresa agrituristica per circa 20 mila euro, per un importo totale di circa 570 mila euro. Dopo i risultati conseguiti nel 2007 e nel 2008, che hanno visto la Liguria quinta tra le Regioni Italiane per capacità di spesa del PSR, la Liguria si conferma Regione virtuosa anche per quanto riguarda la gestione e i pagamenti relativi alle misure per investimenti degli agricoltori.

SANTO STEFANO 108

Va ricordato spiega l’assessore all’Agricoltura della Regione Liguria Giancarlo Cassini che i sistemi informatici di Agea hanno presentato, nel 2007 e 2008, numerosissimi problemi di gestione, dovuti anche alle modifiche radicali nell’impostazione dei sistemi di controllo imposte dalla Commissione Europea “. Mentre in questi ultimi due anni sul territorio si accendevano polemiche, anche pretestuose contro la Regione Liguria, riguardanti il funzionamento del sistema predisposto da AGEA per la gestione dei contributi comunitari agli agricoltori, la scelta dell’assessorato all’Agricoltura è stata quella invece di aprire un tavolo anche acceso di confronto con la stessa Agea. Un confronto, quello affrontato dalla Regione Liguria, decisivo per la definizione delle procedure per l’erogazione dei contributi agli agricoltori che presentano domande a valere sul Programma di Sviluppo Rurale