Rapallo, il Gabbiano sul lungomare - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Rapallo, il Gabbiano sul lungomare

A primavera tornano le rondini, riaprono gli stabilimenti balneari e, a Rapallo,  Roberto Tosi del gruppo il “Gabbiano”, chiede la chiusura serale del lungomare. Richiesta più che legittima se a Rapallo la mentalità turistica prevalesse su quella commerciale. Invece residenti e turisti devono subire ancor oggi gli effetti della rapallizzazione e respirare sempre e ovunque smog. Nessuno in maggioranza assume decisioni che potrebbero migliorare la situazione, ma turbare interessi di appartenenti alla Casta locale. Il problema quotidiano dello smog è regiolarmente ignorato anche dai media.

Il “Gabbiano” il giorno 6 maggio ha raccolto 604 firme per chiedere la chiusura dal primo luglio al 15 settembre del lungomare. Ha poi presentato al sindaco Mentore Campodonico la petizione chiedendo però la chiusura dal primo luglio a fine agosto, ossia 15 giorni in meno rispetto a quanto chiesto dai 604 firmatari. Se ne accorto l’ex sindaco Armando Ezio Capurro che si propone di discutere l’argomento in consiglio comunale.

La soluzione per il lungomare sarà quella già assunta lo scorso anno. Strada aperta e smog a manetta. Tranne che nelle serate in cui vi saranno manifestazioni di richiamo.