Sempre più difficile ascoltare messa - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sempre più difficile ascoltare messa

Sempre più difficile ascoltare messa, peggio ancora trovare oratori organizzati per i ragazzi. Accade nelle parrocchie del Golfo Paradiso appartenenti alla diocesi di Genova che, oltre alla crisi delle vocazioni, risente forse del fatto che il cardinale Angelo Bagnasco è spesso impegnato a Roma quale presidente della Commissione episcopale italiana.

La situazione è critica a Sori e Recco, ma in particolare a Camogli dove da anni l’Oratorio dei santi Prospero e Caterina è privo di un pastore, nonostante la chiesa sia centrale e le funzioni più partecipate rispetto alla Basilica sede della parrocchia. Ora la situazione si è fatta più grave con la partenza dalla parrocchia di San Rocco di don Adriano Fasce, non tanto a causa dell’età (75 anni), quanto per una grave offesa alla vista.

A salutarlo per la festa patronale di San Rocco, il 16 agosto, arriverà il cardinale Bagnasco (o un suo sostituto), ma già adesso, almeno la domenica, ha preso cura della parrocchia un sacerdote calabrese, don Franco Marra, che divide però questo incarico con la cura del santuario del Boschetto.

A colmare le lacune sono chiamati i frati benedettini olivetani del monastero di San Prospero il cui organico concede però due soli frati non più giovanissimi e attivi, oltre che nello stesso convento, all’oratorio di San Prospero, se necessario nello stesso Santurio del Boschetto e, la domenica, perfino nella chiesa millenaria di San Nicolò di Capodimonte.