Un settebello a Santa Margherita - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Un settebello a Santa Margherita

Sette i candidati sindaco che si propongono a Santa Margherita in vista delle elezioni del 6 e 7 giugno. Gianni Costa del Pdl, partito su cui grava la responsabilità di avere causato una crisi politica e amministrativa pretestuosa. L’ex sindaco Claudio Marsano. Angelo Bottino, anche lui ex sindaco ed ex parlamentare. Roberto De Marchi, ex amministratore ai tempi della giunta di Raffaele Bottino ed ex presidente delle Opere Pie. Ancora Giuseppe Torcasso, lista civica. Elisabetta Barella, Rifondazione comunista. Andrea Carannante, Partito comunista dei lavoratori.

Anche se ha più spazio di altri sui giornali e l’universo di sinistra è troppo frammentato, non è detto che Costa sia il  favorito dei pronostici; il suo punto più forte è costituito dai circa ottocento residenti che di fatto abitano altrove e conoscono poco le vicende della città, più che il candidato potrebbero votare il simbolo. Claudio Marsano ha una forte volontà di rivincita ed una “schiera” di colleghi medici pronti a “portargli” voti. Un vero peccato che de Marchi e Bottino non abbiano saputo o voluto unire le proprie forze.