Chiavari, dopo 10 anni è di nuovo Lido - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Chiavari, dopo 10 anni è di nuovo Lido

Giovedì 14 maggio, ore 20.30. Dopo dieci anni riapre il Lido di Chiavari. Un avvenimento. Il marchese Pino Rivarola, mitico corrispondente de “Il Lavoro Nuovo” e appassionato storico del circo, brinderebbe ai fasti passati del celebre locale, culla della dolce vita chiavarese. La chiusura del Lido è stata per i chiavaresi un po’ una mutilazione, così come per i sanmargheritesi quella del Covo di Nord Est. Vi immaginate Chiavari senza Defilla? La stessa cosa è stata la città senza il suo Lido.

Il locale che si affaccia sul mare è di proprietà del Comune e sarà gestito dalla società “Luna blu srl”. Soddisfatto il sindaco Vittorio Agostino che sottolinea comunque come il rilancio della città sia affidato alla realizzazione delle opere previste in piazza dell’Umanità e la rinascita della Colonia Fara. Ma il “Lido” costituisce pur sempre un primo importante passo. Come dice Alberto Devoto, uno dei gestori, il locale potrà essere la stella cometa per la rinascita di Chiavari. Alla faccia di tutti quelli che gufando contro Agostino, frenano di fatto l’indispensabile rilancio della città.

E’ stato ricordato come Lido e Colonia Fara siano state inaugurate ufficialmente il 15 maggio 1938 da Mussolini che, in quel pomeriggio, aveva visitato tutti i comuni del Levante. A Chiavari il duce aveva inaugurato anche la casa littoria ed il viale delle palme voluto dai gerarchi locali per ricordare i fasti imperiali.  Mussolini, accolto dal vescovo, aveva anche compiuto l’unica visita ad una chiesa, la cattedrale, durante la permanenza di tre giorni a Genova per inaugurare le nuove opere del regime e le fabbriche di guerra che già lavoravano a pieno ritmo nel ponente genovese.

m.m.