Archivio Storico

In questa pagina sono elencati i vecchi articoli pubblicati all'interno del nostro giornale, seleziona il mese e clicca sul titolo per leggere quelli che sono di tuo interesse oppure effettua una ricerca tra gli oltre 42.800 articoli storici.


Cerca le seguenti parole ('%' e` il carattere jolly):

» Torna all'elenco dei mesi «


Rapallo: da martedì 3 maggio parte il "Pedibus"

del 29-04-2011

Dal Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

L' Asl 4 “Chiavarese”(Dipartimento di Prevenzione-Servizio di Medicina Scolastica) e il Comune di Rapallo essorato alla Famiglia), in collaborazione con la Direzione Didattica di Rapallo e la Provincia di Genova promuovono e presentano il Progetto della Regione Liguria : Pedibus “percorsi sicuri Casa - Scuola”.

Da martedì 3 maggio 2011 e fino alla fine della scuola si svolgerà la fase sperimentale del progetto che coinvolgerà i bambini delle classi 3a, 3b, 4b della Scuola primaria Antola.

Il PediBus è un gruppo di bambini che, guidato da due adulti, va a scuola a piedi, seguendo itinerari prestabiliti, proprio come un autobus, con capolinea e fermate. La collaborazione dei genitori, ma anche dei nonni, degli zii e altre figure parentali è fondamentale per l’organizzazione del PediBus.



La prima linea di Pedibus, avrà il capolinea in via Mameli (angolo via Trieste) e proseguirà con le fermate intermedie di piazza Cavour, di via Mazzini incrocio via Magenta e di piazza Garibaldi, è stata progettata nelle riunioni fra i genitori, il Servizio Medicina Scolastica della ASL 4(Antonella Carpi e Stefano Chiesa), gli insegnanti della scuola Antola (Margherita Dama, Giovanna Fontanella) e gli Assessori Corrado Castagneto, Lelio Milanti e Alessandro Puggioni.

Il percorso sarà segnalato da apposita segnaletica caratterizzata dal logo realizzato da un giovane rapallese Andrea Gatto diplomato al Liceo artistico di Chiavari ed attualmente studente universitario di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Genova.

A tutti gli alunni aderenti all’iniziativa è stata consegnata una pettorina ad alta visibilità fornita dalla Provincia di Genova.

Tutte le famiglie possono essere interessate al PediBus: chi va già a scuola a piedi, potrà offrire al proprio figlio la possibilità di farlo in autonomia, in compagnia, in modo protetto; chi, abitando lontano, dovrà comunque partire da casa in auto, potrà raggiungere i compagni ad una “fermata” per proseguire con loro a piedi, fino alla scuola.

Il progetto Pedibus rientra nelle iniziative promosse per la realizzazione del piano territoriale dei Tempi e degli Orari, in favore della mobilità sostenibile, della conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro e della promozione di stili di vita sani ed eco-sostenibili.

L’Amministrazione crede fortemente in questa iniziativa per la grande valenza educativa nei confronti dei bambini perché il Pedibus se attuato in modo corretto ed ampliato per giornate, percorso e numero di partecipanti porterà numerosi benefici per i bambini, per le famiglie, per la città, in particolare:

dal punto di vista ambientale: meno traffico, meno congestione intorno alle scuole nelle ore di punta, meno rischi per i pedoni, meno inquinamento dell’aria e acustico, restituzione degli spazi urbani ai cittadini;

dal punto di vista della salute: riduzione dei danni all’apparato respiratorio, modifica dello stile di vita che diventa meno sedentario – con ciò contrastando la tendenza all’obesità infantile – e meno stressante;

dal punto di vista della crescita e dello sviluppo dei bambini: educazione e sviluppo dell’autonomia e delle capacità personali, conoscenza del territorio, educazione stradale, educazione al rispetto e alla salvaguardia dell’ambiente, socializzazione: i bambini arrivano a scuola dopo aver fatto un po’ di movimento, più svegli e pronti, socializzano, imparano ad esplorare l'ambiente circostante e, aspetto non trascurabile, si divertono.