Archivio Storico

In questa pagina sono elencati i vecchi articoli pubblicati all'interno del nostro giornale, seleziona il mese e clicca sul titolo per leggere quelli che sono di tuo interesse oppure effettua una ricerca tra gli oltre 42.800 articoli storici.


Cerca le seguenti parole ('%' e` il carattere jolly):

» Torna all'elenco dei mesi «


Collettiva di pittori recchesi

del 19-04-2011

Dal Comune di Recco riceviamo e pubblichiamo

A Recco, sabato 23 aprile alle 18.00, presso la Sala Polivalente "Franco Lavoratori" (Via Ippolito d'Aste 2B) verrà inaugurata la Collettiva dei Pittori Recchesi, che rimarrà aperta sino al 1° maggio, tutti i giorni, al mattino dalle 10.00 alle 12.00 e al pomeriggio dalle 16.00 alle 19.00. Ingresso libero.

L'appuntamento con i pittori recchesi, che si rinnova ormai da diversi anni, in primavera ed in autunno, riscontra sempre un notevole successo di pubblico e, inoltre, dà la possibilità agli Artisti locali di esporre nella Città dove risiedono le loro opere. Di anno in anno aumenta il numero dei pittori, sempre e solo residenti, che desiderano far parte del "gruppo" e che con entusiasmo si propongono per esporre le loro opere.

L'appuntamento di aprile è riuscito infatti a riunire 25 espositori, più o meno giovani: Giovanni Battista Benvenuto, Enrico Eraldo Bisso, Maria Luisa Borri, Giovanni Cabona, Michele Camusso, Margherita Cavassa, Maria Colasso, Luigi Federico Conti, Liliana Copelli, Donata Logoluso, Laura Masiero, Andreina Mezzano, Graziella Mezzano, Marcella Noli, Gesualda Passalacqua, Angela Prato, Teore Ramis, Armida Reparati, Giovanni Emilio Razeto, Placido Soster, Luigi Tavcar, Gianfranco Tedeschi, Giovanni Tomaselli, Luigi Trofa, Silvana Vicenzone.

Gli artisti saranno presenti anche a Megli in occasione della Sagra delle Focaccette con la mostra "Megli e i pittori recchesi".

Brevi note su alcuni degli artisti che partecipano alla Collettiva.

Giovanni Battista Benvenuto, nato nel 1925, ha cominciato a dipingere negli anni ’50. Di questo pittore hanno scritto Valcarenghi, Beringheli, Ballero, Mangini, Santagata.

Eraldo Enrico Bisso, nato a Chiavari nel 1956 fin dalla giovane età si dedica alla pittura e al disegno, è un pittore di pennellata forte e decisa, evidenzia luci, ombre e colori specialmente nei primi attimi del giorno e ultimi della sera. Osserva molto la natura e i frangenti della luce, le sue opere hanno un notevole effetto cromatico. E’ specializzato anche nell’arte dell’ebanisteria e restauro dipinti.

Margherita Cavassa è un’artista che da anni si dedica ad uno dei suoi principali interessi, l’attività pittorica. La passione per la pittura, unita all’amore per la natura, la portano a indirizzarsi verso la pittura botanica, disciplina che prevede la riproduzione dal vero di soggetti vegetali nei più minuziosi dettagli, utilizzando la tecnica dell’acquarello.

Luigi Federico Conti, nato a Genova nel 1941. In giovane età entra nel mondo delle arti grafiche, apprendendo la cronia dei colori finalizzati alla stampa. Con queste basi, con la sua predisposizione naturale e la fantasia è arrivato ad esprimersi sia nella pittura che nella scultura. Nelle sue opere si fondono il reale con l’irreale, rendendole nettamente distinguibili per la loro originalità e tecnica. Ha partecipato a collettive personali ottenendo vari riconoscimenti.

Teore Ramis costruisce l’immagine con trasparenza e tocchi umidi di colore, senza spessori, ma tuttavia vivi e ricchi di un apprezzabile respiro poetico, specie nei racconti autunnali e nelle camme lagunari, silenti e radiose. Poeta del colore il Ramis………..Clo Alessio

Armida Reparati è nata a Genova il 28 aprile 1950 diplomata al liceo artistico N.Barabino di Genova si è iscritta alla Facoltà di Architettura conseguendo l’abilitazione all’insegnamento di Educazione Artistica. Ha vissuto parecchi anni all’estero e mentre continuava il suo lavoro di insegnante nei momenti liberi si dedicava alla sua passione per la pittura esponendo i suoi lavori in alcune mostre come il Circolo Culturale Italiano di Abidjan in Costa D’avorio e presso l’Ambasciata D’Italia a Lagos. Rientrata in Italia dati i molti impegni ha dipinto in modo sporadico riprendendo solo negli ultimi tempi con una certa continuità.

Benedetto Trofa, nato a Campobasso nel 1959 ma recchese d’adozione, poiché da oltre vent’anni vive a Recco, dove ha lo studio. Fin da bambino disegnava e dipingeva approffittando degli strumenti del padre anch’egli pittore. Dopo gli studi classici si è iscritto all’Accademia di Belle Arti di Genova che ha frequentato per quattro anni. In quegli anni i grandi maestri da cui imparare erano Cesanne e Morandi ma, in seguito, i modelli di riferimento tecnico ed inesauribili fonti di ispirazione sono stati Caravaggio e Raffaello. I suoi quadri su tela a olio hanno soggetti religiosi.

Silvana Vicenzone, nata a Chiavari nel 1942. La predisposizione al disegno e alla pittura si notava fin dalla sua prima infanzia, maturata poi con gli anni lavorando da autodidatta, ha partecipato a vari concorsi e mostre conseguendo riconoscimenti e premi. La bellezza della natura è da sempre sua fonte d’ispirazione, in essa trova i soggetti più significativi, i colori e le luci più suggestive. Il suo intento è quello di poter trasmettere sulla tela quel sentimento che prova, sempre rivolto a tutto ciò che è creazione e vita.