Archivio Storico

In questa pagina sono elencati i vecchi articoli pubblicati all'interno del nostro giornale, seleziona il mese e clicca sul titolo per leggere quelli che sono di tuo interesse oppure effettua una ricerca tra gli oltre 42.800 articoli storici.


Cerca le seguenti parole ('%' e` il carattere jolly):

» Torna all'elenco dei mesi «


Patto dei sindaci: corso per amministratori e tecnici

del 04-04-2011

Dalla Provincia di Genova riceviamo e pubblichiamo

La Provincia di Genova organizza giovedì 7 aprile a partire dalle 9, presso il Muvita Science Centre di via Marconi 165 ad Arenzano, il workshop ‘Azioni e strumenti per il Patto dei sindaci. Il regolamento edilizio comunale’, diretto agli amministratori e ai tecnici comunali e finalizzato a fornire informazioni e strumenti per adeguare i regolamenti edilizi comunali ai principi di riduzione dell’inquinamento atmosferico contenuti nel cosiddetto ‘Patto dei Sindaci’: si tratta dell’impegno preso a Bruxelles nel febbraio 2009 da un gran numero di amministratori locali di tutta Europa (28 i sindaci italiani) ad adottare politiche di lotta ai gas serra e di risparmio energetico.

 Un patto che ha segnato uno spartiacque, tanto che da allora le adesioni degli amministratori locali si sono moltiplicate e oggi i comuni italiani aderenti al Patto dei Sindaci sono 691 (su oltre 8.000 comuni, neppure il 10 per cento ndr).

Ma la strada è ancora lunga, sono ancora numerosi infatti i comuni che non hanno adottato delibere specifiche in merito. Per questo è importante il ruolo della Provincia di Genova, ente di coordinamento di un territorio che conta 67 comuni e fin dall’inizio in prima linea nella realizzazione di interventi in direzione della riduzione dell’inquinamento: la Provincia di Genova è stata la prima in Italia insieme a Siena ad aver effettuato una mappatura del consumo energetico del territorio, e ha realizzato anche un piano energetico del porto di Genova.

Il workshop di giovedì presenterà alcune case history e alcune possibili prescrizioni e raccomandazioni che possono essere contenute nei regolamenti edilizi comunali, partendo dal presupposto che il 45% delle emissioni di gas serra e dei costi per il consumo di combustibili nella nostra Provincia è legato agli edifici, come ha rilevato proprio la mappatura del consumo energetico del territorio.

Il patrimonio immobiliare del nostro territorio, dal punto di vista energetico, è  ancora quello di decenni fa, nonostante siano disponibili numerosi tecnologie e soluzioni efficaci. E’ quindi importante promuovere la riqualificazione energetica degli edifici ed il conseguente risparmio energetico ed economico, utilizzando tutti gli strumenti a disposizione degli enti locali.