Archivio Storico

In questa pagina sono elencati i vecchi articoli pubblicati all'interno del nostro giornale, seleziona il mese e clicca sul titolo per leggere quelli che sono di tuo interesse oppure effettua una ricerca tra gli oltre 42.800 articoli storici.


Cerca le seguenti parole ('%' e` il carattere jolly):

» Torna all'elenco dei mesi «


Il Pd di 'Santa': "Non vogliamo un sindaco dimezzato" (1)

del 01-04-2011

Dal Circolo Pd  Santa Margherita Ligure-Portofino riceviamo e pubblichiamo

Il direttivo cittadino del PD di Santa Margherita Ligure, esprime sconcerto e rammarico in merito alle notizie recentemente apparse sulla stampa che coinvolgono il Prof. De Marchi. Non vogliamo assolutamente entrare nel merito delle vicende perché lasciamo ad altri il compito di accertare i fatti e le eventuali responsabilità. Ci auguriamo che egli possa al più presto chiarire esaustivamente tutti i dubbi e le questioni emerse, nell’interesse suo e soprattutto della città che certo non meritava di patire una simile evenienza.

A questo punto riteniamo altresì doverose le dimissioni da parte del Sindaco De Marchi in quanto non è ammissibile che l’istituzione Comune di Santa Margherita venga coinvolta in tali vicende. Ci chiediamo: con quale serenità ed equilibrio potrà, questa Amministrazione, approvare e guidare progetti, varianti, strumenti urbanistici quali per esempio il progetto del Porto, la trasformazione del Vecchio Ospedale di via Roma appena varata in Consiglio Comunale, e il futuro dell’ospedale appena chiuso?

La città può permettersi un sindaco così dimezzato? Noi riteniamo di no. Per non farci mancare nulla, inoltre, è accaduto un fatto, per noi increscioso. La conferenza stampa tenuta dal Prof De Marchi per replicare alle notizie appena uscite sui media, si è svolta nella Sala del Consiglio Comunale. Vorremmo capirne il perché dal momento che la vicenda lo coinvolgerebbe a titolo personale. Ma, soprattutto, ci piacerebbe sapere come mai l’Assessore al Bilancio e Patrimonio, si sia speso con tanta abnegazione nell’illustrare la correttezza delle operazioni immobiliari del Prof De Marchi.