Recco: Angelo Capurro, bloccato il rimpatrio della salma

La salma di Angelo Capurro, 62 anni, recchese trasferitosi alla Spezia, è ancora nella cella frigorifera della nave “Ital Libera” della società armatrice triestina “Italia Marittima”. Capurro, al comando dell’unità porta container, è morto il 13 aprile, si suppone di covid, anche se i tamponi eseguiti pochi giorni prima avevano dato esito negativo. La nave è ancorata davanti a Jakarta. Nel frattempo sono risultati affetti da covid il primo e il secondo ufficiale di cui è stato autorizzato lo sbarco e il ricovero. Le autorità locali bloccano però lo sbarco della salma.

Angelo Capurro