Rifiuti: proposta di un gruppo regionale consiglieri Tigullio

Dall’ufficio stampa del Consiglio regionale riceviamo e pubblichiamo


Appalto rifiuti nel Tigullio, Claudio Muzio (Fi-Lp) si schiera dalla parte dei sindaci. Appello del capogruppo di Forza Italia – Liguria Popolare agli altri consiglieri regionali del territorio: “Prendano una posizione chiara sul tema”. E rilancia l’idea dell’intergruppo consiliare del Tigullio.

“Sul tema così delicato dell’affidamento della gestione dei rifiuti prendo atto della posizione unitaria dei sindaci del Tigullio e mi schiero apertamente dalla loro parte, convinto che la loro proposta di andare in gara sia quella premiale per i Comuni in termini di qualità dei servizi, di costi e di risultati”. E’ quanto dichiara il consigliere regionale Claudio Muzio, capogruppo di Forza Italia – Liguria Popolare.

“I Comuni del Tigullio – prosegue – hanno dimostrato in questi anni di poter governare la gestione dei rifiuti con grande capacità, ottenendo risultati rilevantissimi sotto il profilo della raccolta differenziata. Amiu naturalmente potrà partecipare alla gara e se la sua offerta sarà così vantaggiosa, come qualcuno sostiene, potrà aggiudicarsela; in ogni caso si dovrà misurare con le offerte di altri soggetti che metteranno in campo le loro proposte. Tutte dovranno essere valutate con le regole che sovrintendono ad un appalto così importante e di grande impatto sull’ambiente”.

“Trovo inoltre incaute ed inopportune – sottolinea ancora Muzio – le dichiarazioni di chi, per perorare la causa dell’affidamento del servizio in house ad Amiu, afferma che i sindaci del Tigullio ‘probabilmente non conoscono neanche la legge regionale’ in materia. Ritengo che spostare il dibattito su questo piano sia fuorviante e che occorra semmai confrontarsi nel merito della questione”.

“In questo quadro invito i consiglieri regionali del Tigullio, di maggioranza e opposizione, a prendere una posizione chiara sul tema – chiede Muzio – perché non si può difendere il nostro territorio soltanto a parole, ma bisogna farlo con un’assunzione di responsabilità pubblica, qualunque essa sia, che ci compete per il ruolo che rivestiamo”.

“Ritengo infine che questa vicenda dimostri quanto sia urgente costituire in Consiglio Regionale un intergruppo del Tigullio, dando seguito ad un progetto di salvaguardia e promozione delle nostre peculiarità, delle nostre eccellenze, dei nostri bisogni e dei nostri diritti. Partendo dalla questione dei rifiuti, l’intergruppo potrà poi proseguire i suoi lavori sugli altri temi centrali per il presente ed il futuro del nostro territorio”, conclude il capogruppo di Forza Italia – Liguria Popolare.