Camogli: ricerca reperti, gru arrivata già in mattinata

E’ arrivata a Camogli nella prima mattinata la potente gru della ditta Vernazza che da domani, con interruzione del traffico in via Ruffini, permetterà di calare un escavatore sul cumulo di terra, falesia e detriti dei loculi crollati in mare. L’escavatore sposterà la roccia mentre i vigili del fuoco cercheranno di individuare eventuali reperti.  Non c’è tempo da perdere perché le salme ed i resti vanno richiusi prima che la temperatura si alzi; lo stesso cimitero va riaperto al pubblico e definite le misure, probabilmente la costruzione di un muro come era stato fatto per Castel Dragone, per evitare che in futuro si possa ripetere un nuovo crollo. L’ipotesi di trasferire salme nel cimitero di Ruta sembra non essere condivisa.

La gru arrivarta questa mattina (Foto Consuelo Pallavicini)