Sori: “Piscina, un’altra tegola sulla Rari Nantes”

Dall’ufficio stampa della Rari Nantes Sori riceviamo e pubblichiamo. Di Simone Mora

In un periodo disastrato già dal punto di vista delle entrate per la Piscina della Rari Nantes Sori, con i problemi derivanti dagli strascichi che il covid 19 sta ancora portandosi dietro e l’attività in larga parte bloccata, si sono susseguite altre problematiche. 
Prima l’usura di un trave della copertura e la conseguente messa in sicurezza con i ponteggi realizzati qualche mese fa. 
La scorsa settimana c’è stato un altro controllo su altre due travi e anche queste sembrerebbero versare in situazioni molto critiche. L’impianto è rimasto chiuso per quattro mattine, permettendo le varie osservazioni del caso ma, in attesa di nuove perizie, a partire dalla prossima estate, pur essendo già in contatto con l’amministrazione per trovare una soluzione congrua, sarà necessaria la chiusura dell’impianto per un periodo di tempo che si preannuncia lungo. La piscina è comunque agibile e consente di poter continuare le attività. 
Rimane il disagio in un periodo disastrato che va a compromettere l’operato della nuova società con il presidente Francesco Cocchiere che, pur consapevole delle difficoltà che avrebbe avuto la nuova gestione, non avrebbe pensato a un susseguirsi di tali vicissitudini.