Camogli: sopralluoghi, ecco gli esiti: “Non ci sono fratture di rilievo” (8)

Dall’ufficio comunicazione del Comune di Camogli riceviamo e pubblichiamo

Nella riunione pomeridiana con l’Assessore regionale Giacomo Giampedrone, Vigili del Fuoco, Comsubin, Università di Firenze,
Fondazione Cima, il Sindaco ha ricevuto il risultato dei primi sopralluoghi effettuati dal fronte mare.

La valutazione del rischio effettuata dai professori Nicola Casagli – Università di Firenze e Direttore dell’Istituto Nazionale Oceanografia e Geofisica Sperimentale, Luca Ferraris – Fondazione Cima – e Francesco Faccini – Università di Genova, ha evidenziato che non ci sono fratture di rilievo che possano far prevedere altre evoluzioni future.

Verranno comunque posizionati sensori di allarme che segnaleranno in tempo reale eventuali movimenti della falesia. I rocciatori opereranno i disgaggi nella parete franata lavorando in sicurezza.

Per gli interventi via mare entreranno in campo gli incursori di Comsubin e i Vigili del Fuoco con l’ausilio di un pontone. Le valutazioni dei professori Luca Ferraris e Nicola Casagli sulla situazione pregressa hanno sottolineato l’insorgere di un tipico fenomeno ligure di fessurazione che ha condotto all’unica azione possibile nel momento del rilevamento ovvero all’interdizione dell’area come disposto dal Sindaco lunedì mattina.