Camogli: la Procura apre un’inchiesta, l’assalto dei giornalisti (10)

La Procura ha aperto un’inchiesta contro ignoti mentre i tecnici della Regione compiono rilievi per capire come si muove la falesia. E’ stato il mare ad accelerare una situazione in atto da anni? Sono stati i martelli pneumatici al lavoro in un vicino cantiere? Carabinieri e Guardia di Fianaza presidiano il cancello del cimitero, chiuso con un’ordinanza sindacale. Presente la protezione civile, i vigili del fuoco di Rapallo, Genova, il settore sommozzatori e naviglio. Poi c’è l’esercito di giornalisti-operatori-fotografi di testate nazionali. Tutti vogliono capire come è possibile che duecento e più bare finiscano a mare. Un anziano recchese ricorda il racconto dei suoi genitori che della guerra ricordavano con dolore soprattutto il bombardamento del cimitero: “Solo oggi capisco quanto ne avevano sofferto”.