Chiavari: “Un secondo depuratore e altro svincolo in A-12”

Da Giorgio Canepa, capogruppo Partecipattiva in Consiglio comunale a Chiavari, riceviamo e pubblichiamo

In questi giorni si è aperta una “strana” discussione circa il tracciato delle condutture di collegamento con l’entroterra. Sono stupito perché’ da tempo si sapeva che il progetto del depuratore che è posizionato nella colmata di Chiavari era stato diviso in due lotti:

➢un primo lotto a servizio di Chiavari, Lavagna, Cogorno, Leivi e parte di Zoagli, potenziando (se necessario) i tracciati cittadini e costruendo una condotta che colleghi la parte sinistra dell’Entella passando sotto il ponte della Pace

➢un secondo lotto per posizionare le condutture di collegamento con l’entroterra

Per quanto riguarda questo secondo lotto, ancora nulla è deciso, anche perché IREN aveva richiesto di poter passare invia Parma: richiesta decisamente rigettata dal Sindaco Di Capua e dalla sua maggioranza.Non sarebbe possibile infatti sostenere tanti disagi nel traffico da e in direzione del nostro entroterra, per lunghissimi tempi.

Per gli stessi motivi non sarà accettabile una soluzione analoga sul versante di levante. La proposta di Partecipattiva rimane sempre la stessa e cioè quella di stralciare il secondo lotto e individuare un sito a monte della piana dell’Entella per un depuratore più piccolo a servizio delle vallate.

Lo abbiamo sempre detto e lo ribadiamo. Partecipattiva non accetta che IREN, per soli fini di “risparmio”, cerchi di imporre soluzioni che avrebbero ripercussioni drammatiche per il territorio.

Parallelamente ribadisco che occorre un serio ripensamento circa l’attuazione di un piano del traffico comprensoriale che migliori la mobilità e di conseguenza la vivibilità nei comuni che compongono la piana dell’Entella.

Più volte ho già proposto di pensare seriamentealla possibilità di fare un collegamento stradale tra la parte bassa della Fontanabuona (Carasco) e l’autostrada in località Campodonico di Chiavari. Sarebbe una soluzione ideale per liberare dal traffico Caperana e San Salvatore e agevolare l’accesso autostradale a servizio delle nostre vallate.