Balneari: “Proroghe tecniche in contrasto con le norme dello Stato”

Dall’ufficio stampa di Federbalneari Italia riceviamo e pubblichiamo

Federbalneari Italia ha commissionato un parere legale allo Studio Legale Zunarelli per supportare il governo nella difesa della propria posizione nei confronti della Commissione Europea a seguito della messa in mora sulle concessioni demaniali.

“Abbiamo inviato questo parere al Governo e ne discuteremo la prossima settimana durante un incontro con i Ministero competenti – dichiara Marco Maurelli, Presidente Federbalneari Italia – è evidente che la difesa della posizione del nostro paese deve avvenire all’esterno della direttiva servizi ma nell’ambito delle concessioni di beni, per scongiurare la procedura di infrazione. Chiederemo, quindi, al Governo di attivare uno sforzo maggiore per arrivare allo stralcio delle concessioni demaniali dalla Direttiva servizi in difesa del quadro legislativo italiano e codicistico essendo le nostre concessioni di beni e non servizi. Perché è evidente come questa situazione generi incertezza non solo negli imprenditori balneari ma persino nelle Amministrazioni locali: le proroghe tecniche emesse dal Comune di Roma e dalla Regione Friuli Venezia giulia sono, infatti, incomprensibili e illegittime perché in contrasto con le norme dello Stato. Condividiamo, invece, la posizione della Regione Sardegna che fa rispettare il quadro normativo vigente e le sue direttive”.