Covid: sprofondati in zona arancione, tra vaccini e ricorsi al Tar

La politica col governo in bilico occupa il primo posto sui media; due calci nel sedere a un paio di ministri sarebbero stati salutari, per gli stessi loro partiti, ma è chiaro che una crisi di governo non solo è inopportuna ma deleteria.

Si parla di vaccini come un toccasana, perfino scortati durante i trasferimenti come forzieri d’oro; si scopre che sono insufficienti rispetto a quanto previsto; una partita è andata perduta per disattenzione; non esisterebbe un piano per la distribuzione nei prossimi mesi.

L’influenza invernale al momento sembra spartita; sarebbe interessante detrarre, dal numero totale dei morti per covid, il totale dei decessi avvenuti l’anno scorsa per influenza (e per altre patologie cardiopolmonari).

Intanto assistiamo all’approssimazione del governo nel redigere i decreti: non è ancora stata ufficializzata la possibilità di trasferirsi nelle seconde case, anche in altre regioni. Proseguono le polemiche e i ricorsi al Tar sulla situazione scolastica.

La Liguria prosegue il cammino in zona arancione.

Cliccando qui sotto le regola da seguire

Nuovo DL dal 16.01.2021 al 05.03.2021