‘Santa’: il ‘dente’ perpendicolare alla diga? Antirisacca

Moletto, riccio, braccio, dente. Tanti modi per chiamare la scogliera perpendicolare alla diga foranea. A cosa serve? “Certamente – afferma un pescatore – ci chiude in casa senza offrirci ulteriori possibilità di allungamento del molo”. Un pontilista commenta: “Occorre verificare gli effetti alla prossima mareggiata; visto che durante l’ultima era solo abbozzato”.

La spiegazione arriva dal vicesindaco Emanuele Cozzio che in qualità di assessore alla Protezione civile ha seguito i lavori per mettere in sicurezza la diga: “Il ‘dente’ è stato realizzato per frenare la risacca all’interno dello scalo. Ha raggiunto la progettata lunghezza. Manca il faro che sarà posto sulla sua cima”.

La cima del molo vista dalla via Aurelia