Portofino Coast: tavolo di lavoro con le amministrazioni consorziate

Dall’ufficio stampa del Consorzio Portofino Coast riceviamo e pubblichiamo 

Si è svolta il 12 gennaio u.s., in forma telematica, la prima riunione del tavolo di lavoro che il Consorzio Portofino Coast ha promosso per incontrare le amministrazioni del territorio associate. Un evento importante, che arriva in un momento difficile, e vuole aprire la strada a una più intensa collaborazione nel territorio sulle tematiche relative al turismo, con l’obiettivo di raggiungere una fattiva condivisione di esperienze, di progettualità e di obiettivi tra pubblico e privato.

Oltre ai Comuni di Portofino, Santa Margherita Ligure e Rapallo, soci fondatori del Consorzio, erano presenti anche i Comuni di Camogli, Chiavari, Lavagna e Sestri Levante, entrati lo scorso anno a far parte del Consorzio stesso, e, in qualità di Ospite, il Comune di Moneglia che sta ragionando su una possibile adesione.

L’incontro è stato fortemente voluto dal Consiglio Direttivo di Portofino Coast per consolidare la collaborazione tra la rappresentatività privata e quella pubblica all’interno del Consorzio stesso, in linea con la sua mission che è sempre stata quella di unire il comprensorio, creando occasioni di incontro e di confronto per favorire la crescita del turismo territoriale in termini di sviluppo e promozione.

Alla riunione erano presenti i Sindaci di Camogli, Santa Margherita Ligure, e Sestri Levante, i Vicesindaci di Portofino e Lavagna e gli assessori al turismo di Rapallo e Chiavari, oltre ad altri esponenti delle varie amministrazioni e ad alcuni Consiglieri di Portofino Coast in rappresentanza degli operatori, tra cui il Presidente del Consorzio Alessandro Sauda, e i Consiglieri Aldo Werdin, Mauro Siri, Nicolò Mori, Franco Migliaro. Ha moderato l’incontro Patrizia Di Forte, Direttore del Consorzio.

Il Presidente Sauda, nella sua breve introduzione, dopo aver ringraziato i presenti , ha voluto ricordare la funzione che il Consorzio ha avuto nei suoi oltre 30 anni di vita per la promozione del turismo del comprensorio, sottolineando l’ impegno profuso nel favorire la coesione e la collaborazione a tutti i livelli ed evidenziando la necessità di lavorare insieme, unendo le competenze del pubblico e del privato,  per cogliere tutte le opportunità di crescita disponibili e ambire ad una programmazione turistica di più ampio respiro, capace di rendere il comprensorio più forte e competitivo.

Queste tematiche, rese ancora più urgenti dall’attuale crisi pandemica, erano già state poste al centro del Convegno PANDEMIA E TURISMO – INSIEME PER RIPARTIRE, che il Consorzio stesso aveva programmato nel mese di ottobre, e che poi è stato rinviato a data da destinarsi a causa delle disposizioni messe in atto a contrasto del Covid-19.

Al termine di questa introduzione, ogni Comune è stato invitato ad esprimere il proprio pensiero in merito alle criticità e alle tematiche di maggior rilevanza e urgenza che incidono e condizionano lo sviluppo del turismo nel comprensorio.

Pur evidenziando come l’attuale emergenza renda difficile programmare interventi, almeno nel breve periodo, in termini di eventi e di iniziative di richiamo, sono emerse alcune tematiche sulle quali si è sottolineata l’importanza di creare una convergenza di intenti e di azioni sul territorio.

In primis la necessità di fare sistema, di lavorare insieme, di ampliare per quanto possibile questo scambio di informazioni, questa collaborazione, includendo tutto il territorio, senza dimenticare un entroterra ricchissimo di potenzialità ancora in massima parte inespresse anche dal punto di vista turistico.

Si sono poi evidenziate alcune criticità. Dalla viabilità ai trasporti, alla necessità di mettere in campo una progettualità in grado di far arrivare risorse e finanziamenti mirati allo sviluppo e alla promozione del turismo, al miglioramento delle infrastrutture, della logistica, alla condivisione delle informazioni relative agli eventi e alle emergenze turistiche che possono rendere più appetibile la nostra offerta

L’importanza di un’azione coordinata è stata sottolineata da tutti i presenti, che hanno individuato nel Consorzio di cui fanno parte uno strumento utile e rappresentativo per promuovere la collaborazione tra pubblico e privato a livello comprensoriale.

Anche i consiglieri del Consorzio presenti alla riunione hanno ribadito la necessità di lavorare intensamente in funzione di una sempre maggiore coesione del territorio, come unica strada possibile per ottenere risultati importanti, anche con l’apertura di tavoli tematici specifici.

Il Consorzio si è impegnato a mettere a disposizione di questa iniziativa tutta la sua esperienza, mantenendo uno spirito aperto alla collaborazione con tutte le realtà, pubbliche e private, che sul territorio agiscono, in un’ottica inclusiva.

La pandemia non può fermare il nostro lavoro, né la nostra attività di promozione. L’ impegno è quello di coordinarsi fin da subito per dare seguito e concretezza a quanto espresso in questo incontro attraverso azioni significative e pregnanti.