La politica sovrasta il covid; “restrizioni fino a luglio”‘

Approvato il ‘recovery plan’ con l’astensione delle ministre renziane; oggi politica in primo piano con lo spettro di una crisi al buio. La politica in ogni caso è l’argomento in primo piano; passano in second’ordine covid e vaccini.

Oggi comunque è zona gialla (contraddittoria vista la situazione contagi e ricoveri); occorre godersela fino in fondo perché la scienza parla di misure restrittive fino a luglio e fa pressioni sulla politica perché ciò accada.