Rapallo: curatore dei musei, selezione per affidamento di incarico

Avviso pubblico di selezione per l’affidamento di un incarico professionale di conservatore/curatore dei musei cittadini del Comune di Rapallo per il periodo 2021-2023

Art. 1 – Oggetto dell’incarico
La prestazione professionale oggetto dell’incarico afferisce alla figura di
Conservatore/Curatore dei musei cittadini del Comune di Rapallo.
Il Conservatore esercita la funzione di consulenza e di supervisione relativamente alla sede, alle raccolte, ai materiali e ai relativi inventari.
Il Conservatore svolge i seguenti compiti:
– si occupa della gestione tecnico-scientifica dei Musei e della formazione di piani di ricerca e di studio;
– si occupa della sistemazione logistica dei reperti e della conservazione dei locali;
– sovrintende alla conservazione, all’ordinamento, all’esposizione e allo studio delle collezioni;
– assicura la costituzione, la tenuta e l’aggiornamento degli inventari e della catalogazione;
– dà il parere per il prestito e il deposito delle opere, per l’accettazione di donazioni e sovrintende, dal punto di vista tecnico, alle relative procedure;
– regola la consultazione dei materiali artistici e delle collezioni;
– elabora le guide ed i cataloghi illustrativi dei Musei, se necessari;
– potrebbe occuparsi della formazione del personale per le visite ai Musei;
– formula i progetti da presentare a Enti, Fondazioni ecc. per il reperimento di risorse esterne.
Il Conservatore mantiene un costante rapporto con la Soprintendenza competente per quanto concerne la tutela e la valorizzazione delle collezioni conservate e segnala all’Amministrazione Comunale la necessità di interventi manutentivi all’interno dei Musei per la salvaguardia e la sicurezza dei beni in essi contenuti e dei visitatori. Predispone una
programmazione delle attività scientifiche e di valorizzazione in sintonia con le finalità proprie dei Musei.
Il Conservatore ha dunque l’obbligo di segnalare immediatamente all’Amministrazione le opere, gli oggetti e le strutture bisognosi di cure e di interventi.
Il Conservatore svolge personalmente, riferendo al personale dipendente del Comune ma sempre sotto la sua responsabilità , le mansioni suindicate ed in genere tutte le incombenze che, in rapporto alla sua carica, gli vengono affidate dall’Amministrazione e dovrà espletare le proprie attività coordinandosi con il Responsabile del Settore Cultura e con il Dirigente del
Settore 4.
Alla fine di ogni anno il Conservatore è tenuto a presentare una relazione
all’Amministrazione sullo stato dei Musei, delle collezioni, sugli incrementi, sui lavori compiuti e sull’affluenza dei visitatori.
Il professionista non ha vincoli orari, ma dovrà tuttavia garantire una presenza adeguata allo svolgimento dell’incarico de quo che comunicherà al servizio cultura.
Il professionista dovrà altresì verificare la provenienza dei beni e l’effettiva appartenenza al patrimonio comunale.

Art. 2 – Durata dell’incarico
Le attività oggetto dell’incarico avranno inizio a decorrere dalla esecutività della determina dirigenziale di nomina e della sottoscrizione del disciplinare.
L’incarico avrà durata di anni due, con decorrenza presunta dal 01/03/2021 e fino al 28/02/2023.

Art. 3 – Luogo di svolgimento
Il professionista avrà accesso alle sedi del Museo del Merletto e del Museo Gaffoglio, ovvero presso il servizio Cultura, quando lo ritenga necessario per contatti, incontri e riunioni, assumendo la responsabilità dell’apertura e della chiusura dei medesimi.

Art. 4 – Compenso
Per lo svolgimento del presente incarico verrà corrisposto un compenso mensile, a i fini della candidatura relativa all’incarico in oggetto si richiede di indicare il ribasso unico percentuale che il professionista è disponibile a praticare su un compenso massimo mensile di € 1.000,00, omnicomprensivi. (BUSTA C)
Il suddetto compenso è da intendersi al lordo (comprensivo degli oneri fiscali, previdenziali e assicurativi posti dalla legge a carico del percipiente).
Non verrà riconosciuto alcun rimborso per le spese ritenute necessarie dal professionista per lo svolgimento dell’incarico in oggetto né per gli spostamenti effettuati dalla propria residenza alla sede dell’attività.
Il pagamento avverrà entro 30 giorni dalla presentazione di nota/parcella, valutata soddisfacente la prestazione resa dall’incaricato da parte del Responsabile del Settore Cultura e del Dirigente del settore 4, che verificheranno il corretto svolgimento dell’incarico e ne accerteranno il buon esito, mediante riscontro delle attività svolte dall’incaricato e dei risultati ottenuti.

Art. 5 – Requisiti di partecipazione alla selezione
Per partecipare alla presente selezione i soggetti interessati devono essere in possesso dei seguenti requisiti, alla data di scadenza del presente avviso:
a) cittadinanza italiana ovvero di Stato Membro dell’Unione Europea;
b) godimento dei diritti civili e politici;
c) rispetto degli art. 80 e 83 comma 3 del D. Lgs. n. 50 del 2016 in quanto applicabili;
d) essere a conoscenza di non essere sottoposto a procedimenti penali;
e) uno dei seguenti titoli di studio:
– laurea quadriennale del vecchio ordinamento in: Lettere o Conservazione Beni Culturali;
– laurea magistrale / specialistica / di II livello, classe Storia dell’arte (LM 89), del nuovo ordinamento (D.M. 270/04);
– lauree equipollenti ai sensi di legge;
I soggetti interessati devono, altresì, dichiarare:
– di non versare in situazioni che determinino, in base della normativa vigente, l’incapacità a contrarre con la Pubblica Amministrazione;
– di non trovarsi in situazione di conflitto di interesse, anche potenziale, con l’Amministrazione conferente (art. 53, comma 14, del D.lgs. n. 165/2001);
– gli eventuali incarichi e/o titolarità di cariche in enti di diritto privato regolati o finanziati dalla pubblica amministrazione e/o le attività professionali svolte a favore di tali enti (art. 15, comma 1, lettera c del D.Lgs 33/2013).

Art. 6 – Modalità di presentazione delle domande di partecipazione alla selezione
Gli interessati dovranno presentare domanda di partecipazione alla selezione, secondo lo schema allegato o utilizzando una copia fotostatica dello stesso, redatta in carta semplice debitamente sottoscritta e corredata di curriculum.
Le dichiarazioni contenute nella domanda sono rese a sostituzione della relativa documentazione;
l’Amministrazione provvederà ad effettuare i controlli sulla veridicità delle dichiarazioni rese dal soggetto cui verrà affidato l’incarico.
Qualora le dichiarazioni contenute nella domanda non corrispondano alle condizioni o ai requisiti successivamente accertati non si darà luogo all’affidamento dell’incarico.
La domanda dovrà essere firmata e corredata dal curriculum e da copia di un documento di identità in corso di validità e dovrà essere indirizzata a COMUNE DI RAPALLO, Piazza delle Nazioni, 4 – 16035 Rapallo (Ge).
La domanda dovrà pervenire, a pena di esclusione, entro il giorno 11/02/2021 ore 23,59 e potrà essere trasmessa esclusivamente a mezzo pec all’indirizzo protocollo@pec.comune.rapallo.ge.it
La documentazione da inviare dovraà pervenire, a pena di esclusione, in tre buste distinte:
BUSTA A – AMMINISTRATIVA contenente:
– istanza di partecipazione e autocertificazione;
– dichiarazione titoli posseduti (titoli di studio, titoli di servizi specifici, titoli professionali e culturali)
– curriculum vitae e professionale
– dichiarazione incarichi
– copia documento di identitià in corso di validità
BUSTA B – PROGETTO contenente un breve progetto, di massimo 3 pagine, che presenti una proposta di valorizzazione dei musei cittadini
BUSTA C – OFFERTA ECONOMICA che contenga l’offerta economica indicante il ribasso unico percentuale che il professionista è disponibile a praticare su un compenso massimo mensile di € 1.000,00, omnicomprensivi.
L’oggetto da indicare nella PEC dovrà essere, a pena di esclusione, il seguente: “SELEZIONE PER INCARICO PROFESSIONALE DI CURATORE/CONSERVATORE DEI MUSEI CITTADINI DEL COMUNE DI RAPALLO – NON APRIRE”

Art. 7 – Cause di esclusione dalla procedura
Non saranno ammesse alla presente selezione:
– le domande pervenute oltre il termine di presentazione sopra indicato;
– le domande da cui si evince il mancato possesso dei requisiti richiesti per la partecipazione alla procedura;
– le domande prive di firma o di documento di identità;
– le domande da cui non è possibile evincere le generalità del candidato.

Art. 8 – Modalità di scelta del professionista cui affidare l’incarico:
procedura comparativa di selezione
La scelta del professionista cui affidare l’incarico sarà effettuata da apposita Commissione nominata dopo la scadenza del termine per la presentazione delle domande dal Dirigente dei Servizi alla Persona.
La Commissione, successivamente alla verifica per l’ammissione delle domande pervenute, procederà:
1) alla valutazione comparativa dei curricula, assegnando un punteggio complessivo massimo di punti 60 secondo i criteri e le modalità di seguito indicati

2) valutazione comparativa del progetto presentato assegnando un punteggio complessivo
massimo di punti 10 come di seguito indicato:

3) valutazione busta economica assegnando un punteggio complessivo massimo di punti 30 secondo i criteri e le modalità di seguito indicati:
il punteggio massimo (30 punti) sarà attribuito all’offerta economica con il prezzo omnicomprensivo (comprensivo degli oneri fiscali, previdenziali e assicurativi posti dalla legge a carico del percipiente) più basso rispetto a quello mensile posto a base di gara, mentre alle altre offerte saranno applicati punteggi inversamente proporzionali, applicando la seguente formula:
30 : X = Prezzo del professionista : Prezzo più basso
Non sono ammesse offerte in aumento, l’Amministrazione si riserva la facoltà di sottoporre a verifica ed eventualmente escludere dalla selezione le offerte economiche manifestamente e anormalmente basse, con applicazione in via analogica di quanto disposto dall’art. 97 comma 3 e
comma 6 del D.Lgs. 50/2016.
La Commissione, una volta predisposta graduatoria secondo le modalità sopra descritte, provvederà all’individuazione del soggetto incaricato e al conferimento dell’incarico, previa verifica della sussistenza dei requisiti dichiarati.
L’esito della selezione sarà pubblicato all’albo pretorio on line del Comune di Rapallo per trenta giorni consecutivi e sul sito istituzionale: www.comune. rapallo.ge.it, tale pubblicazione vale quale comunicazione dell’esito del procedimento agli interessati.
Dalla data di pubblicazione dell’esito della selezione all’albo pretorio on line decorrono i termini per eventuali impugnative.

Art. 9 – Conferimento dell’incarico
L’incarico verrà formalizzato mediante apposito disciplinare stipulato con il Comune di Rapallo secondo lo schema allegato al presente avviso, che si intende integralmente approvato da parte dei candidati alla selezione.

Art. 10 – Pubblicità, accesso alle informazioni e responsabile del procedimento
L’avviso relativo alla presente selezione è pubblicato all’Albo pretorio on-line del Comune di Rapallo e sul sito istituzionale www.comune.rapallo.ge.it, per 15 giorni consecutivi.
Gli interessati potranno richiedere notizie e chiarimenti inerenti il presente avviso all’Ufficio Cultura, tel. 0185 680387, mail: cultura@comune.rapallo.ge.it
Il Responsabile del procedimento, ai sensi della L. 241/1990, è il Dirigente dei Servizi alla Persona
– Dott.ssa Anna Maria Drovandi

Art.11 – Norme varie e richiami
L’Amministrazione si riserva, se necessario, di modificare o revocare il presente avviso, nonché di prorogarne o riaprirne il termine di scadenza.

Art. 12 – Tutela dei dati personali
Il Comune di Rapallo informa – nelle modalità e termini esplicitati nell’informativa allegata al presente Avviso – che, ai sensi degli a rtt. 13-14 del G.D.P.R. (General Data Protection Regulation) 2016/679 tratterà i dati di cui è in possesso esclusivamente per lo svolgimento delle attività e per
l’assolvimento degli obblighi previsti dalle leggi e dai regolamenti comunali in materia.
Il Titolare del trattamento dei dati è il Comune di Rapallo.
Il soggetto incaricato dovrà operare nel rispetto della normativa sulla privacy e in particolare dovrà adempiere agli obblighi imposti dal G.D.P.R. (General Data Protection Regulation) 2016/679.
Per il presente incarico l’incaricato sarà nominato “responsabile esterno del trattamento dati” essendo previste operazioni di trattamento, consultazione e/o conservazione di dati.