Rapallo: telefonata di Silvio Berlusconi a Bagnasco

“Me ne sono tirato fuori io che non sono più un ragazzino, ne uscirai prestissimo anche tu”. Così Silvio Berlusconi ha telefonato a Carlo Bagnasco, sindaco di Rapallo e coordinatore ligure di Forza Italia. La telefonata del leader, che si è trattenuto a lungo a telefono, spiegando anche la sua posizione politica che tanto ha fatto discutere negli ultimi giorni, è una delle tante che gli sono arrivate da esponenti nazionali del suo partito come Tajani, sindaci, amici,cittadini. Anche il presidente della Regione Toti gli ha inviato un messaggio augurandogli pronta guarigione.

Spiega il sindaco: “I sintomi sono simili a quelli dell’influenza. Più che altro mi sento spossato e quando sta per cessare l’effetto della Tachipiroina 1000 che assumo ogni otto ore, la temperatura corporea sale a 38 gradi”

Ciò nonostante il sindaco risponde ai messaggi che gli arrivano; segue le vicende nazionali e soprattutto quelle di Rapallo. Dice: “I tempi del decorso sono incerti; variano da persona a persona. Per quanto abbia ripercorso mi miei spostamenti e incontri, ancora non ho capito chi possa essermi contagiato”.

Carlo Bagnasco e Silvio Berlusconi (Archivio)