Camogli: Sos per salvare il “Bollettino del Boschetto”

Il rettore del Santuario del Boschetto don Franco Marra ha deciso di chiudere, col 2021, il bollettino “La Madonna del Boschetto”, pubblicazione nata nel 1914 e sopravvissuta alle angustie di due guerre mondiali. Il “bollettino”, oltre alla cronaca del Santuario e alla rigorosa pubblicazione di tutte le offerte ricevute, aveva una rubrica dedicata ai fedeli deceduti ed una attenta “rassegna cittadina” che sintetizzava in maniera puntuale i fatti di cronaca. Una miniera di informazioni.
Sul sito internet del Santuario del Boschetto di Camogli (https://santuarioboschetto.it/sito/) si possono sfogliare i numeri dal 1914 al 2000. Quelli successivi sono in fase di scansione e saranno pubblicati sempre a cura di volontari.

Il “bollettino” del Boschetto è sempre stato distino da quello della parrocchia (limitato  alla sola vita religiosa, che l’arciprete don Ezzelino Barberi decise di chiudere per gli alti costi) distribuito in mezzo mondo dove c’erano famiglie di camogliesi o loro discendenti. La tiratura è probabilmente molto diminuita dopo l’avvento di don Marra che decise di cambiarne i contenuti inserendo, ad esempio, una pagina di vignette umoristiche. Indipendentemente dai costi e dagli introiti, i rettori  alternatisi al Santuario, ricordiamo Crovari e Benvenuto, hanno sempre pensato che il “bollettino” fosse uno strumento che portava dovunque la voce della Madonna del Boschetto, oggi patrona della città.

Adesso l’Associazione “Insieme per il Boschetto”, nata dal Comitato che ha riunito i volontari al lavoro per valorizzare il 500° anniversario dell’Apparizione della Madonna, sta tentando di mantenere in vita la pubblicazione assumendosene ogni responsabilità.