Rapallo: il nuovo depuratore di Ronco in funzione a pieno regime

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

L’attesa è finita: il nuovo depuratore di località Ronco ha iniziato a funzionare a pieno regime. Lo ha comunicato Iren Acqua, in una nota inviata al Comune di Rapallo. 

Dal 21 ottobre, una volta terminate le opere di completamento per la posa delle tubazioni di adduzione e scarico, l’impianto ha iniziato a trattare progressivamente il refluo fino a raggiungere – in data 4 novembre – la piena portata. Una volta depurata, tutta l’acqua di rifiuto in arrivo viene convogliata a mare attraverso la condotta di scarico esistente rispettando gli abbattimenti indicati nell’autorizzazione unica ambientale.

“Si avvia a conclusione una grande opera, attesa da anni – commenta il sindaco Carlo Bagnasco – Il nuovo depuratore è fondamentale per il miglioramento della qualità delle acque, soprattutto in chiave balneazione e turismo. A questo si aggiunge l’intervento di bonifica del golfo che prenderà il via con i primi mesi del nuovo anno e contribuirà a sua volta a valorizzare, oltre che a mettere in sicurezza, la zona a mare. Nonostante la situazione dovuta alla pandemia da Covid-19, siamo attivi su più fronti e su argomenti di grande importanza strategica per la città”.

“Il cantiere di via Diaz è stato rimosso: la via, provvisoriamente asfaltata in attesa di intervento definitivo di assestamento del fondo stradale, verrà riaperta al traffico a breve – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Filippo Lasinio – Al momento sono ancora in corso alcune lavorazioni relative alle stazioni di sollevamento ed alle condotte che non impattano sul normale funzionamento del nuovo impianto, vedi cantiere di piazza Cile, ed alcune lavorazioni riguardanti il completamento delle opere architettoniche e di finitura relative all’impianto di depurazione Il funzionamento a pieno regime del nuovo impianto di depurazione è un’ottima notizia per la città: finalmente si avvia a conclusione una delle opere più attese e necessarie”.