Val D’Aveto: “Caro Gesù Bambino portaci zona gialla e neve”

“Caro Gesù Bambino, trascorrere il tempo dell’attesa della Tua nascita a Santo Stefano d’Aveto è bellissimo, ma adesso non può arrivare nessuno. Facci un regalo, portaci la neve e la zona gialla al posto di quella arancione, in modo che i turisti possano salire quassù”.

Il fascino e la bellezza di Santa Stefano sono immutabili, ma per il paese appenninico la zona arancione rappresenta un freno all’economia legata soprattutto al turismo. Il sindaco Giuseppe Tassi commenta: “Adesso è tutto bloccato. La zona arancione ha tolto la possibilità di raggiungerci e ai ristoranti di lavorare. Ma anche gli altri negozi sono in difficoltà perchè ogni persona che sale a godere la nostra aria, in genere fa provvista di carne, funghi secchi, canestrelli, formaggio e quant’altro. Speriamo proprio che Gesù Bambino ci ascolti”.


Il sindaco Giuseppe Tassi