Rapallo: “Ospedale, uno schiaffo dato alla comunità” (5)

Da Domenico Del Favero, responsabile Cgil Tigullio Golfo Paradiso, riceviamo e pubblichiamo

Si apprende, dagli organi di informazione, la decisione di Regione Liguria di cedere a privati parte dell’ospedale di Rapallo.

L’ennesimo schiaffo  dato alla nostra comunità, senza degnarsi di attivare un confronto per condividere eventuali percorsi.

Con il personale allo stremo, le strutture sanitarie e socio assistenziali vicine al collasso, la cittadinanza affaticata e impaurita a causa della pandemia in corso, si scopre che nei mesi scorsi Regione Liguria, invece di prepararsi a fronteggiare la seconda ondata, rafforzando il nostro sistema sanitario pubblico, perfezionava la procedura per cederne una parte ai privati.

Regione Liguria, Alisa e Asl 4, non possono assumere decisioni così importanti per il futuro del nostro territorio, senza informazione e confronto.

La conferenza dei sindaci, se non informata, deve sentirsi umiliata  per lo svilimento del   ruolo che le compete: controllo, indirizzo e programmazione. Auspichiamo che nella annunciata prossima conferenza dei sindaci, la questione venga affrontata. A maggior ragione rinnoviamo la nostra richiesta per lo svolgimento in modalità streaming o diretta televisiva. Potremmo tutti, in questo modo vedere chi dice cosa e trarne le conseguenze del caso.

Anche i 6 consiglieri regionali eletti dal territorio, crediamo abbiano qualcosa da spiegare ai loro concittadini.

Come Cgil, assieme a pensionati e categoria, ci attiveremo ponendo la questione con Asl 4, Conferenza dei Sindaci e Regione Liguria, al fine di ricollocarla nella sua giusta dimensione che deve essere quella del confronto e della trasparenza.